energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Disperate le condizioni di uno dei membri dell’equipaggio della Msc Orchestra Cronaca

Sarebbero disperate le condizioni di uno dei quattro membri dell’equipaggio della Msc Orchestra colpiti da meningite e trasferiti all’ospedale di Livorno dopo l’attracco della nave da crociera nel porto della città labronica. Si tratta di un trentaduenne indonesiano che rischierebbe seriamente la vita. Gravi anche le condizioni di un altro dei quattro marittimi che prestavano servizio nella sala macchine della nave di Msc Crociere, un quarantasettenne di Sorrento (Napoli). Meno preoccupanti le condizioni degli altri due membri dell’equipaggio colpiti da meningite meningococcica, un trentaduenne filippino ed un ventiseienne brasiliano che restano ricoverati nel reparto di Malattie infettive. La profilassi antibiotica necessaria per scongiurare il rischio di contagio della malattia infettiva, in alcuni casi anche mortale, è stata invece effettuata su tutti i passeggeri ed il resto dell’equipaggio della Msc Orchestra. La nave, ripartita da Livorno nella giornata di ieri, domenica 7 ottobre, è attraccata oggi, lunedì 8 ottobre, a Villefranche, in territorio francese. Al momento non si sarebbero registrati altri casi di meningite a bordo. «Ringrazio  la direzione dell’Azienda sanitaria e tutto il personale sanitario che con tempestività è intervenuto a bordo della Msc Orchestra», ha dichiarato l’assessore regionale al Diritto alla salute, Luigi Marroni.«Si è trattato – ha proseguito – di un intervento senza precedenti sia per la quantità delle dosi che per la velocità con cui queste sono state reperite e somministrate». Nella giornata di ieri, domenica 7 ottobre, l’Asl 6 di Livorno ha somministrato la profilassi per la meningite meningococcica ai 1.265 passeggeri della Msc Orchestra ed al resto dell’equipaggio. L’identificazione della malattia infettiva nei quattro soggetti ricoverati all’ospedale di Livorno è avvenuta, in un paio d’ore, ad opera del laboratorio di Immunologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria Meyer di Firenze, dove viene utilizzata l’innovativa metodica di biologia molecolare per identificare la meningite.

Foto: http://www.lecrociere.net

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »