energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Sulle ali del Dragone, riconoscimenti internazionali per Luca Grillandini Breaking news, Foto del giorno

Firenze – Il rutilare del Dragone, più una ridda di colori come le ali dela Drago celeste che avvolgono un’esile fanciulla, o la corsa in mezzo al fumo che sembra uscire dalle narici del grande Drago,sono alcune fra le immagini che hanno consentito al fotografo fiorentino Luca Grillandini di entrare nella Top 100 Fotografi Italiani, piazzandosi al sesto posto del concorso internazionale di fotografia 35AWARDS – 6TH International Photo Awards – Best Photographers in the country- ITALY.

Ed ecco le foto, scattate in vari momenti, due dedicate alla festa cinese del Dragone e due alla maternità, orgogliosa e dolente, d’Africa, gli scatti che hanno consentito al fotografo fiorentino di entrare con un prestigioso piazzamento, nella Top 100.

Luca Grillandini, 58 anni, ha sempre coltivato una grande passione per la fotografia, che non ha mai abbandonato nonostante i casi della vita lo abbiano portato ad altri tipi di lavori. Diplomato, è cresciuto alla scuola di due protagonisti “storici” della fotografia cittadina, il gruppo fotografico “Il Cupolone”, nato nel 1961, e l’agenzia Deapress, che ha la sua punta di diamante nella giornalista e fotografa Silvana Grippi.

La passione per la fotografia lo porta da sempre a un’esistenza in cui tutto viene sacrificato all’obiettivo, fino all’accettare qualsiasi lavoro per mettere insieme la somma per ripartire, dal momento che Luca, che non è professionista, è uno di quei grandi reporter che non possono mettere radici, nonostante sia molto legato alla sua città.  Viaggi, servizi, materiale è tutto in autofinanziamento, tutto con i propri contatti. “Non ho paura” dice, forte dell’empatia che riesce sempre a creare soprattutto con gli emarginati del mondo. “In fin dei conti, “io” e “loro” è una distinzione fasulla”, racconta. “Anche perché  un viaggio è difficilmente improvvisato, lo si prepara con cura”. Soprattutto per abbassare il più possibile il rischio di trovarsi in situazioni pericolose. Essere freelance comporta l’assoluta necessità di saper badare a se stessi. “Non si hanno santi in paradiso”, conclude Luca.

 

 

 

 

 

ragazza fra le ali del drago

Ragazza fra le ali del drago

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »