energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Amaci”, la giornata italiana del contemporaneo Cultura

L’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea s’impegna per il settimo anno in questa amplia kermesse nazionale e affida alle parole di Giulio Paolini una riflessione sulle motivazioni della manifestazione: “L’arte, è o non è cosa di questo mondo?” Così l’apertura gratuita per una giornata di oltre 900 luoghi dell’arte, pubblici e privati, diventa una simbolica apertura sul mondo, quello variegato della mente e del cuore delle persone che in questi musei e gallerie entreranno, forse anche per la prima volta. Di buona qualità la partecipazione in Toscana. Iniziamo dal Centro Pecci di Prato, confermato museo regionale, dove stanno per ripartire i lavori di ampliamento e restauro, che dalle ore 18 presenta 3 mostre: la personale dello scultore Athos Ongaro, un’incursione nella storia dell’Architettura Radicale con Superstudio, e, questa la vera attrazione, la mostra dedicata al ricordo di Mario Mariotti, uno dei geniali “profeti” fiorentini, dimenticati in patria. Passiamo poi a Lucca, dove il piccolo Lu.c.c.a Museum viaggia a tutto vapore, producendo mostre ed eventi collaterali di tutto rispetto, come l’attuale esposizione di parte della personale collezione di disegni di Peggy Guggenheim, che essendo arte moderna propedeutica al contempoaneo, rientra di diritto nella giornata di promozione. Ma su questi due importanti musei toscani, riprenderemo presto il discorso in modo più preciso. Sempre a Lucca da non perdere l’allestimento delle magnifiche sculture di Tony Cragg nella Chiesa di San Cristoforo, e alla Fondazione Ragghianti l’astrattismo di Luigi Veronesi. A Pisa, visita guidata alla mirabile collezione della Fondazione Teseco di Ospedaletto. Anche il settecentesco Palazzo Fabroni di Pistoia ha ripreso vita e propone dalle 18 alle 24 la visione della significativa collezione permanente, oltre alla mostra di ritratti del raffinato fotografo Aurelio Amendola. In provincia di Siena, fino alle 16 vi accoglie il superbo Castello di Ama con le sue opere site-specific, e del buonissimo vino. Dopo le 16 potete raggiungere San Gimignano e la Galleria Continua con la personale del grandioso artista cinese Chen Zhen. A Firenze, dove, se si eccettua la Strozzina (visitabile l’8 solo su prenotazione), non abbiamo un vero e proprio centro per l’arte del presente, saranno comunque garantiti ingressi gratuiti al Marini, così come all’ala di San Pier Scheraggio agli Uffizi, che propone per l’occasione, autoritratti di artisti contemporanei. Oppure alla SACI dove espone una vivace associazione di 8 artisti, tra cui Caverni, Mei, Verdi, e potrete inoltre accedere a tanti altri luoghi stimolanti, come la Filanda di Pergine (Arezzo). Dettagli. nel web www.amaci.org. L’invito sta già nel nome Amaci dell’associazione promotrice, nome che va letto con l’accento sulla prima A, voce esortativa del verbo amare!

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »