energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Domani l’apertura della mostra di Franco Onali ad Arezzo con il concerto di Michelle Bobko. I saluti di Arbore, Lucci e Vicidomini Arezzo, My Stamp

AREZZO – Sabato 14 settembre 2019 verrà inaugurata la mostra di pittura “Franco Onali – Arezzo 2019” a cura di Danilo Sensi e Anna Roncoroni.

La retrospettiva si svilupperà nel piano nobile del Circolo Artistico di Arezzo, in Corso Italia 108, che fino al 6 ottobre prossimo ospiterà un consistente nucleo di opere che ripercorre sessant’anni di carriera del grande pittore. Alcuni di questi lavori fanno parte di prestigiose collezioni private e pubbliche, come una grande tela degli anni Sessanta di proprietà del Partito Democratico.

Alle 17,30 ci sarà la presentazione del catalogo curato da Mariano Apa. Alle 19 il vernissage ufficiale e, a seguire, la cantante jazz americana Michelle Bobko si esibirà in onore del maestro, accompagnata al piano da Alessandro Cinelli.

Sono già molti i messaggi d’affetto rivolti all’artista dai suoi più cari amici. Renzo Arbore, che non potrà presenziare a causa di impegni di lavoro, ribadisce il suo amore per l’arte di Onali, che ha più volte curato le scenografie dei suoi programmi Rai. Ci saranno invece i familiari del compianto Gianni Boncompagni, compagno di gioventù del pittore, con il quale ha condiviso una vita nel segno del binario Arezzo – Roma.

La Iena Enrico Lucci ricorda l’amicizia nata quando, giovanissimo, lavorava come barman vicino a Piazza Navona. Lì il futuro giornalista e presentatore era circondato ogni sera da artisti e saccenti intellettuali, sempre pronti ad autocelebrarsi. Onali – racconta Lucci – era l’unico con cui amavo discutere perché aveva una bella faccia, un’anima inquieta e sincera.

Se c’è un artista che ha saputo sintetizzare le esperienze fondati del Novecento, con un linguaggio riconoscibile, questo è Franco Onali. Così afferma invece Nicola Vicidomini, con un videomessaggio di auguri. Il “più grande comico morente” rammenta quando, attore squattrinato, veniva ospitato dal pittore nella casa romana.

La mostra aretina è propedeutica alla costituzione di una Fondazione per catalogare il lavoro di Onali, nell’ottica di dotare Arezzo di un luogo espositivo permanente incentrato sul lavoro di questo importante autore del Novecento italiano.

(Nella foto in alto Franco Onali con la moglie Anna Roncoroni; nella foto in basso la cantante jazz Michelle Bobko)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »