energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Domenica 13 aprile Idee per la sera

Cassero di Montevarchi (Arezzo), dal 13 aprile al 25 maggio.
Mostra: “Alexandros Yiorkadjis. L’armonia e il contrasto”

Alexandros Yiorkadjis è il protagonista del secondo di 3 eventi espositivi dedicati ad altrettanti giovani e apprezzati scultori nell’ambito del progetto “Sculpture Relay…al Cassero!”, realizzato dal Comune di Montevarchi, Assessorato alla Cultura, curato dal direttore scientifico de “Il Cassero” Alfonso Panzetta e finanziato insieme alla Regione Toscana nell’ambito di “Toscanaincontemporanea 2013”.

Il 33 enne Alexandros Yiorkadjis è un emergente scultore cipriota formatosi all’Accademia di Belle Arti di Bologna, vincitore del Premio Nazionale delle Arti del 2007-2008 per la Sezione Scultura e definito dagli “addetti ai lavori” come uno dei giovani più interessanti nel panorama dell’arte attuale. Ha al suo attivo diverse partecipazioni a mostre collettive in Francia, Italia, Grecia ed alcune importanti personali a Monaco di Baviera e a Nicosia. “Alexandros Yiorkadjis è uno scultore di forte impatto e un potentissimo modellatore- spiega Alfonso Panzetta direttore scientifico del Cassero per la Scultura- Le sue tematiche no global sono inserite in una visione armonica del mondo rispettosa della natura, quasi di radice panteistica. Un inventore d’immagini nelle quali riesce a fissare il movimento dell’uomo e il divenire dei sentimenti e dei moti dell’animo”. Le opere presentate in mostra, realizzate tra il 2008 e il 2014, costituiscono un vero itinerario spirituale verso la consapevolezza da parte dell'individuo di se stesso e della dualità "corpo-mente" . Si inizia con l’istallazione «Human»: (anno 2008, resina poliestere, colle, terra, doratura, h. 180 cm. dimensione ambiente ) l'uomo nasce dalla Terra e ritorna alla Terra, mentre la sua anima si "rigenera". Una figura maschile, appesa al soffitto, ruota lentamente su se stessa sulle note del remake di una musica gregoriana, mostrando la propria dualità: da un lato, quello convesso, appare come una sagoma coperta di terra mentre dall'altro, quello concavo, mostra un corpo aureo.

Giobbe Covatta in scena per il Teatro dei perchéTeatro delle Arti di Lastra a Signa
LA PARTITA DI MIMI’
di Lina Prosa
con Giusi Merli e Sabina Cesaroni

regia Alessandro Cevenini
collaborazione di Gianfranco Pedullà 
Si chiude la rassegna “Il posto delle Arti” organizzata dal Teatro delle Arti di Lastra a Signa. Alle ore 17  va in scena “La partita di Mimì” scritto da Lina Prosa per Giusi Merli, attrice presente – col personaggio della “Santa” – nel film premio Oscar “La grande bellezza” di Sorrentino. “La partita di Mimì” è quasi un monologo, c'è infatti un altro personaggio interpretato dalla danzatrice-attrice Sabina Cesaroni. Mimì, chiusa nella stanza della sua mente, attraversa una crisi di identità, cercando nella sua italianità, nella sua appartenenza all'Italia il superamento. La “partita” di Mimì si intreccia con episodi di vita politica e sociale dell'Italia del '900.  La rassegna si chiude  alle 18, con “Casa d'altri”, radiodramma teatrale dal racconto di Silvio D’Arzo, figura atipica e solitaria nel panorama letterario del Novecento. Scritto da Andrea Nanni per la regia di Giovanni Guerrieri, “Casa d’altri” è il “racconto perfetto”, come lo ha definito Eugenio Montale: le maschere vocali dietro le quali si cela l’autore – la vecchia con la sua domanda e il prete con il suo silenzio – scompaiono tra gli echi di un paesaggio purgatoriale. A seguire “Comica Finale” de I Sacchi di Sabbia, un'anticipazione dei nuovi percorsi di ricerca intrapresi dalla compagnia. 
 

Fondazione Banca del Monte di Lucca

Chiude questa domenica (13 aprile) alle 21, la rassegna teatrale organizzata dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca all’interno del programma del Festival del Volontariato organizzato dal CNV (Centro Nazionale del Volontariato), in collaborazione con il Teatro del Giglio e con la sponsorizzazione tecnica dell’Hotel Universo. Se “liberare le energie” è il tema del #FdV2014, la @FondazioneBML ha voluto declinarlo a teatro, grazie anche alla collaborazione dell’attrice e regista Cristina Puccinelli, direttrice artistica della rassegna. Dopo il successo delle due serate precedenti, a chiudere la rassegna, domenica 13 aprile alle 21 nell’auditorium della Fondazione BML (piazza San Martino, 7) sarà un volto noto della tv e del teatro, comico serio che da anni affronta tematiche sociali di grande impatto: Giobbe Covatta, ospite del Festival del Volontariato, sarà sul palco dell’Auditorium della Fbml con lo show “Covatta per Amref”, in collaborazione con Le Buone Notizie del Corriere della Sera.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »