energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

DOMENICA 25 NOVEMBRE Cinema, Cultura, Idee per la sera

Firenze/ Ginevra di Marco in concerto per il ventennale della scomparsa di Ernesto Balducci – Stasera, domenica 25 novembre, alle ore 21.30, Ginevra di Marco sarà in concerto per il ventennale della scomparsa di Ernesto Balducci nella Chiesa di Santo Stefano al Ponte Vecchio (Piazza Santo Stefano). Con la partecipazione di Paolo Hendel in prima nazionale "L’amore non si canta", un incontro tra musica e parole in cui Ginevra di Marco e il direttore di "Testimonianze", Severino Saccardi, insieme a vari ospiti del mondo artistico, ricorderanno Padre Ernesto Balducci. L’evento, tra musica e parole, si terrà a conclusione del convegno nazionale "Se vuoi la pace prepara la pace" a cura della rivista "Testimonianze", da lui fondata e voluta come strumento della cultura del dialogo. Dopo gli incontri e le presentazioni, di rilievo internazionale, l’evento sarà il momento di sintesi dei più importanti concetti affrontati, cari a Balducci (l’uomo planetario, nord-sud del mondo, fede e religione, etica e politica, sfruttamento e sviluppo) grazie all’interpretazione di Hendel, amico di Balducci, e alla suggestiva voce della Di Marco, accompagnata da Francesco Magnelli al pianoforte e magnellophoni, Andrea Salvatori alla chitarra e tzouras, Luca Ragazzo alla batteria.

Empoli/Concerti di Sant'Andrea – La rassegna dei ‘Concerti di Sant'Andrea’ si chiude domenica 25 novembre 2012, sempre alle 16 nella Collegiata di Sant'Andrea con un ensemble di fiati "Arte dei suoni": coro della pia società corale “Santa Cecilia”. Lorenzo Ancillotti, organo; Ennio Clarif, direttore. In programma la Deutsche Messe di Schubert: iniziativa in memoria di Giovanni Cavini, Proposto di Empoli dal 1972 al 2009. Ingresso libero. Direzione artistica affidata a Lorenzo Ancillotti. Per informazioni: 339-7165447.

Firenze/ Sportello EcoEquo domenica alle Leopoldine Giornata del Non Acquisto – Lo Sportello EcoEquo del Comune di Firenze, insieme alle associazioni che vi aderiscono, promuove per oggi domenica 25 novembre la ‘Giornata del Non Acquisto’.
Il ‘buy nothing day’ (giorno in cui non si compra niente) nasce proprio nel ventre del paese più consumista del mondo, gli Stati Uniti, per reagire alla sbornia gastronomica del ‘Giorno del Ringraziamento’ e aprire uno spazio di riflessione sul nostro ruolo di consumatori e di cittadini.
Qualcuno negli anni scorsi ha voluto vedere in questa iniziativa una sorta di boicottaggio delle attività commerciali già così duramente provate dalla depressione economica. Ma non è certo questo lo spirito di una manifestazione che nasce piuttosto come invito all’analisi critica di modelli di sviluppo e di stili di vita che stanno drammaticamente dimostrando la loro insostenibilità.
Domenica 25 Novembre, ore 14,30-20,30
 Sala Altana e  Chiostro delle Leopoldine 
Piazza Torquato Tasso 1
Programma della giornata: 
Ore 14.00: Passeggiata ‘barattata’;
Ore 14,30: Animazione per i bambini con letture animate di favole del sud del mondo, costruzione di oggetti con materiali di recupero, travestimenti e giochi; 
Ore 14,30: laboratori di software libero, minisartoria e riparazione di biciclette;
Ore 16.00: Degustazione guidata di caffè proveniente dal commercio equo e solidale;
Ore 16,30: Merenda equa e solidale;
Ore 16,30, Il tempo non è denaro, riflessione sul rapporto tra tempo e lavoro, con Don Alessandro Santoro; interventi di lavoratori, sindacalisti e rappresentanti delle associazioni di categoria (l’incontro è accompagnato da letture e testimonianze);
ore 18,30, Il Grande Tempio. Vi siete mai chiesti come funzionano i soldi? Spettacolo teatrale di e con Luca Agricola (Teatro dell’Ortica di Genova)
Ingresso gratuito
Info: Sportello Eco Equo,  via dell'Agnolo 1/C,  055.587706 sportelloecoequo@comune.fi.it

Firenze/Caffè Letterario Le Murate –  Oggi, domenica 25 dicembre, si parte alle 11,30 Con Musica al Caffè Letterario, "Suonare tra un libro e un caffè" Concerto aperitivo con gli allievi del Centro Studi Musica & Arte Special Brunch per famiglie e per i più piccoli
Alle ore 18:00 Performance degustativa
A cura dell'Associazione Culturale La Nottola di Minerva
Il Pranzo della Festa  Ritualità del cibo nelle diverse culture: sulle tracce del vino e del pane Secondo appuntamento sul valore rituale "del pranzo della festa" e la simbologia degli alimenti alla base della cultura giudaico-cristiana: il vino e il pane. Un percorso arricchito di racconti e curiosità da gustare.
ConMarco Vichi, scrittore;
Daniela Misul, vice presidente della Comunità Ebraica;
Sonia Donati, docente master vino;
Gianmarco Mazzanti autore esperto di gastronomia
Voci recitanti: Francesca de Carolis e Lorenzo Degl'Innocenti.
Voce e tastiera: Ilaria Innocenti
Degustazione in collaborazione con Slow Food
PRODUTTORI
Az. Vinicola Fattoria di Piazzano- (Empoli, FI)
Az. Vinicola Fattoria Sant'Appiano- (Barberino Val d'Elsa, FI)
Az. Vinicola Fattoria Altomena– Pelago (FI)
Forno in Canoara- Pane Marocca – (Casola, MS)
Panificio Bonotti – Pane Marocco – (Montignoso, MS)
Panifico D'Angiolo- Focaccia di Seravezza – (Seravezza, LU)
Panificio Lazzeri- Pane di patate – (Pontestazzemese, LU)
Panificio Archilli – Pane di Vinca – (Vinca, MS)
Ristorante Ebraico Ruth’s- Pane azimo e challah e vino Terra di seta di Siena e bianco di Pitiliano
h 21:00 Lettura scenica Omaggio a Italo Calvino  La scacchiera di Marco Polo
A cura dell'Associazione Culturale 47 Rosso
Con Daniele Bernardi
Lettura liberamente tratta da "Le città invisibili" di Italo Calvino. Il libro di Calvino è anche una riflessione sull'azione teatrale: Polo narra a Kan le incredibili scoperte fatte nei suoi viaggi. Con le sue capacità di raccontatore crea, di fronte agli occhi del sovrano, dei mondi suggestivi e simbolici, mondi immaginari, per questo invisibili, ma carichi di significato.
Info: Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it | www.lemurate.it | (39) 055 2346872

Pistoia/Per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne – Oggi, domenica 25 novembre è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. In Italia dall'inizio dell'anno sono state uccise 104 donne da uomini violenti che non accettano le loro scelte di autonomia e autodeterminazione. “La strage silenziosa” è il titolo dell'iniziativa che prevede alle 15.30 un appuntamento nel giardino della biblioteca San Giorgio. Nell'occasione verranno piantate 104 rose, una per ogni donna uccisa, da mariti, fidanzati, amanti, padri, fratelli. L'appuntamento prenderà il via con una lettura di un brano da parte di Matilde Barbini, dopodiché verranno piantati i fiori da 104 donne di ogni età. All'iniziativa, aperta a tutti, parteciperà anche l'assessore alle pari opportunità Ginevra Lombardi. Le rose sono state donate dall'Associazione vivaisti di Pistoia. “Secondo statistiche ufficiali – sottolinea l'assessore alle pari opportunità Ginevra Lombardi – nel mondo il femminicidio è la prima causa di morte per le donne tra 14 e 40 anni. Per questo è importante prendere coscienza del fenomeno, che non è solo legato a motivi religiosi e relegato a determinate fasce sociali. Una donna ogni tre giorni perde la vita perché le viene negata la libertà di scelta. Di scegliere la fine di un rapporto, di cambiare la propria vita, di percorrere altre strade. Con l'iniziativa l'Amministrazione vuole ricordare questa emergenza sociale nella speranza che i giovani vengano educati al rispetto di tutti gli esseri umani senza distinzione tra uomo e donna”. Al termine dell'evento nella biblioteca San Giorgio, l'iniziativa si sposterà, intorno alle 17, in piazza Duomo per un flash-walk, una camminata per le vie del centro. Dalla piazza medievale il corteo si snoderà nelle vie Roma, Stracceria, De' Fabbri, degli Orafi per poi proseguire sul Globo e da via Cavour tornare in piazza Duomo. Da qui verranno lanciate numerose lanterne (piccole mongolfiere con candele accese), luci nel cielo per ricordare le donne uccise. L'iniziativa è organizzata dal Comune in sinergia con Rete 13 Febbraio Pistoia.

Firenze /Teatro della Pergola – Ultima sera, oggi domenica 25 novembre, per lo spettacolo Furioso Orlando, pportato sul palcoscenico dalla compagnia teatrale Nuovo Teatro/Teatro Stabile dell’Umbria. Stefano Accorsi
FURIOSO ORLANDO
Ballata in ariostesche rime per un cavalier narrante
adattamento teatrale di Marco Baliani, liberamente ispirato all’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto 
con Nina Savary
scene Bruno Buonincontri, costumi Alessandro Lai, disegno luci Luca Barbati 
regia Marco Baliani
Orario spettacoli: dal martedì al sabato: ore 20.45, domenica: ore 15.45. 
Prezzi biglietti interi: Platea: € 27 + € 3 (diritto di prevendita) € 30, Posto Palco: € 20+ € 2 (diritto di prevendita) € 22, Galleria: € 13,00 + € 2 (diritto di prevendita) € 15. E sempre oggi, ore 10.15 / 11.15 / 12.15 l'iniziativa Visita storica/ Un viaggio all'interno di uno dei primi teatri all'italiana.
Partendo dagli ambienti nascosti dell’antica città ottocentesca, si attraversa il sontuoso Saloncino, il Foyer, la Sala e il Palcoscenico, fino al leggendario Primo Camerino, per terminare sotto la platea del Teatro ad ammirare i meravigliosi oggetti lì custoditi. Un percorso che svela non solo la storia di un edificio ma anche quella dell’arte teatrale stessa.
Repliche: 27 GEN. / 24 FEB. / 24 MAR. ‘13 
ore 10.15 / 11.15 / 12.15 
biglietti intero € 6 / ridotto € 4
prenotazione obbligatoria a museo@teatrodellapergola.com e 055/2264312 
durata 70’.

Firenze/Lo schermo dell'Arte Film Festival V Edizione – Ultima giornata, oggi 25 novembre, della Rassegna cinematografica. Al cinema Odeon
Ecco il programma di domenica 25 novembre
ore 18:00
SGUARDI
Opalka – One Life, One Oeuvre
di Andrzej Sapija , Polonia, 2011, 54’
lingua: polacco, inglese; sottotitoli: inglese
Vincitore del Grand Prix all’ultimo Festival di Montreal, il film ripercorre la vita e il lavoro di Roman Opalka, seguendo il filo rosso dei suoi Détails, momenti di un unico radicale progetto avviato nel 1965 e interamente dedicato alla registrazione pittorica, fotografica e sonora dello scorrere del tempo, “dall’uno all’infinito”.
ore 19:00
SGUARDI
Prima italiana alla presenza dell’autore
Thomas Ruff
di Ralph Goertz, Germania, 2011, 50’
lingua: tedesco; sottotitoli: inglese
Intervistato nel suo studio, il celebre artista tedesco presenta con rigore e chiarezza oltre trent’anni di ricerche e sperimentazioni fotografiche, dalle prime serie di interni alle manipolazioni di immagini provenienti dai satelliti NASA realizzate seguendo la lezione di Bernd Becher: “riflettere il medium nell’immagine”.
ore 21:00
PREMIO LO SCHERMO DELL'ARTE FILM FESTIVAL 2012
Proclamazione del vincitore
ore 21:45
PREMIO LO SCHERMO DELL'ARTE FILM FESTIVAL 2011
Prima assoluta alla presenza degli artisti
Per troppo amore: Incompiuto siciliano
di Alterazioni Video (Paololuca Barbieri Marchi, Alberto Caffarelli, Andrea Masu, Giacomo Porfiri), 2012, 25’
lingua: italiano; sottotitoli: inglese
Una soap-opera psichedelica ambientata nel Parco Archeologico dell’Incompiuto Siciliano a Giarre. A causa di un guasto meccanico un ectoplasma extraterrestre decide di effettuare un atterraggio di emergenza su un’isola mediterranea del pianeta Terra. Un pastore del luogo, che ha perso il proprio gregge, diviene testimone del passaggio dell’astronave e in preda ad attacchi di panico euforico corre in paese ad avvertire la TV locale. Nel frattempo nel piccolo villaggio di Giarre la vita scorre tranquilla, tra politica ed esercizio fisico, scappatelle d’amore e litigate in famiglia.
L’entità aliena (Marc Augé) decide di incarnarsi in un cane per poter passare inosservato e poter ispezionare il pianeta che lo ospita. Nel frattempo nel paese si è in procinto di organizzare una grande festa per l’inaugurazione ufficiale del nuovo parco archeologico dell’Incompiuto Siciliano.
C’è grande fermento, tutti i telegiornali ne parlano. Gira voce addirittura che un pezzo del parco, per esattezza una colonna, sia sparita per ricomparire misteriosamente nel padiglione italiano della Biennale di Venezia.
ore 22:30
SGUARDI
Alla presenza di Benjamin Murray
Unfinished Spaces
di Alysa Nahmias e Benjam in Murray, Cuba / Stati Uniti, 2011, 86’
lingua: spagnolo, inglese, italiano; sottotitoli: inglese
Nel 1961 Fidel Castro e Che Guevara commissionarono a tre giovani architetti, Riccardo Porro, Vittorio Garatti e Roberto Gottardi, la creazione all’Avana delle Cuba’s National Art Schools. Ma il progetto di quella che avrebbe dovuto essere “la più bella accademia d’arti del mondo” non è mai stato ultimato. Il film ricostruisce le alterne vicende della scuola, arrivando fino ai giorni nostri, con il suo riconoscimento come capolavoro architettonico del periodo della rivoluzione e l’invito del governo cubano ai tre ideatori a completarlo.
www.schermodellarte.org

Print Friendly, PDF & Email

Translate »