energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Domenica “green” , riaprono i giardini di Sant’Antonio a Prato Cronaca

 

Prato – Domenica 3 aprile dalle 9.30 alle 19.30 i giardini di Sant’Antonio a Prato riapriranno al pubblico in una veste nuova e rinnovata con una serie di iniziative che vedono impegnate l’associazione Recuperiamoci in collaborazione con Legambiente, il gruppo genitori della Passerella, l’associazione Street Basket Prato,i l coro Euphonios, ASM e il panificio Fogacci,con il contributo del Comune di Prato.

“Sarà una domenica alla Passerella, una iniziativa nata nelle stanze di Recuperiamoci alla fine di un percorso nato dal basso e condiviso insieme ad associazioni e gruppi informali, che porterà ai giardini potati e ripuliti, le famiglie, i giovani ma soprattutto i bambini (spero di vedere un giardino pieno di bimbi!) e l’inaugurazione di domenica sarà la prima di una lunga serie di iniziative che faranno vivere il giardino da qui all’estate prossima”, ha detto il vicesindaco Simone Faggi.
È il primo giardino di Prato – spiega l’assessore all’Ambiente Filippo Alessi – abbiamo realizzato un massiccio intervento di piantumazione: ci saranno nuove aiuole, un nuovo gioco e una nuova cancellata, abbiamo cercato di comprendere le richieste che venivano dalle associazioni e dai cittadini, affinchè possano riappropiarsi di spazi come questi perchè sono i loro spazi”.
Nel giardino rinnovato si potranno ammirare le azalee, le cornelie, le peonie, il fiore più antico del mondo e tre alberelli unici e particolari: la Davidia Involucrata, detto anche albero dei fazzoletti per la originale forma di foglia, lo Stirax con dei fiori a forma di campanellina e il Cornus Florida, e poi un roseto con varietà di rose antiche e un percorso sensoriale per non vedenti con piante aromatiche, officinali e profumate.

“Non potevamo sottrarci alla ristrutturazione dei giardini della Passerella – dichiarano i rappresentanti di Legambiente – perché importanti sono gli spazi che si ripopolano con la fauna, soprattutto perché il verde urbano il più delle volte resta fuori dalle progettualità cittadine, cosa che per noi resta invece un valore e siamo disponibili a collaborare ad altre iniziative di questo genere”.

Coinvolte anche le scuole di Prato con un concorso che prevede l’uso del materiale di recupero perché “i bambini possano esprimere con fantasia – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione Maria Grazia Ciambellotti – il giardino che vorrei.”
“Fin da subito – ha affermato Paolo Massenzi, il presidente dell’associazione Recuperiamoci – c’è stata la volontà di creare un giardino per tutti, con il coinvolgimento dei genitori, delle associazioni e del Comune perché i giardini della Passerella, conosciuti anche come quelli dell’infanzia, possano ritornare ad essere un luogo di incontro per grandi e piccini e dello star bene insieme”.
Infine per le zona dei bagni, che presenta un muro con scritte, verrà scelto dai cittadini, nella giornata di domenica, un bozzetto tra quelli presentati, con cui verrà realizzato un murales, “perché – conclude Massenzi – il giardino non deve essere uno spazio verde bello e pronto, ma un progetto in divenire che appartiene alla città e a chi la vive”.

Dal 4 aprile i giardini saranno aperti al pubblico tutti i pomeriggi dalle 15 alle 19 grazie alla presenza alternata di due custodi della cooperativa “Esserci”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »