energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Europee e comunali: ecco come si vota Cronaca

Quando – Si vota nella sola giornata di domenica 25 maggio dalle 7 alle 23. Lo scrutinio delle schede inizia domenica 25 maggio, al termine delle operazioni di voto, per le elezioni europee; lunedì 26 maggio a partire dalle 14, per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale.

Come – Per poter esercitare il diritto di voto l’elettore dovrà esibire la propria tessera elettorale e un documento d’identità presso il seggio elettorale competente (indicato sulla stessa tessera). In caso di smarrimento della tessera si potrà richiederne un duplicato all’ufficio elettorale del Comune. Gli uffici comunali saranno aperti oggi, sabato 24 maggio, dalle 8 alle 22, e domenica 25 maggio per tutta la durata delle operazioni di voto. Possono votare tutti i cittadini che abbiano compiuto 18 anni (anche quelli che li compiono il 25 maggio).

Elezioni europee – Scheda rossa: per votare basta tracciare un solo segno nel rettangolo che contiene il contrassegno della lista prescelta. Si possono esprimere fino a tre preferenze nella medesima lista, scrivendo sulle apposite righe tracciate sulla destra del contrassegno il nominativo o i nominativi appartenenti alla lista prescelta. Scatta la novità per quanto riguarda il genere: nel caso di tre preferenze è necessario che la scelta cada o su due candidati-uomo e un candidato-donna o, viceversa, su due candidati-donna e un candidato-uomo; in caso contrario in sede di scrutinio la terza preferenza sarà annullata

Elezioni amministrative Scheda azzurra: per scegliere il sindaco e i consiglieri comunali, l’elettore può votare per un candidato alla carica di Sindaco e per una delle liste ad esso collegate tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste. Si può anche esprimere un voto disgiunto, vale a dire tracciare un segno sul rettangolo recante il nominativo di un candidato alla carica di sindaco e un altro segno su una lista non collegata al candidato-sindaco prescelto.

Si può anche tracciare un segno di voto sia sul contrassegno prescelto sia sul nominativo del candidato alla carica di sindaco, collegato alla lista votata; tracciare un segno di voto sul nominativo del candidato alla carica di sindaco o sul rettangolo che contiene il nominativo stesso, senza segnare alcun contrassegno di lista.

Per quanto riguarda le preferenze, si possono esprimere fino a due voti di preferenza sulla medesima lista per i candidati alla carica di consigliere comunale, scrivendo negli spazi appositi a destra del contrassegno il nominativo o i due nominativi appartenenti alla lista prescelta. Anche in questo caso, attenzione al genere: se si fa la scelta di esprimere due preferenze, è necessario scrivere il nominativo di un candidato-uomo e di un candidato-donna. Se così non fosse, in sede di scrutinio sarà ritenuta nulla la seconda preferenza.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »