energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Processo Concordia: in aula anche Domnica Cemortan Cronaca

Mentre al Giglio a tenere banco era la visita del sindaco di Firenze, Matteo Renzi, a Grosseto l’udienza per il naufragio della Costa Concordia è durata appena un quarto d’ora. A causa dello sciopero degli avvocati, infatti, il giudice del Teatro Moderno – il tribunale allestito, ancora una volta, per le udienze sul naufragio del Giglio – ha rinviato l’udienza al 17 luglio. In aula c’era ancora una volta Francesco Schettino, il principale protagonista di questa triste vicenda che risale al 13 gennaio 2012. C’era, però, anche Domnica Cemortan, la bionda moldava che nella sera del naufragio era misteriosamente in plancia di comando con il capitano. I due, ritenuti amanti sin dalle prime fasi dell’indagine, non si sarebbero scambiati parola, né avrebbero incrociato gli sguardi. La moldava, dopo la chiusura lampo dell’udienza, si sarebbe presentata presso la Procura del capoluogo maremmano per sporgere denuncia contro Costa Crociere e lo stesso Schettino, ai quali chiederebbe un risarcimento. E Renzi? Una gita fuori porta assieme alla famiglia. L’occasione per il sindaco del capoluogo toscano di vedere da vicino la balena d’acciaio ancora sdraiata sulle secche di Punta Gabbianara.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »