energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Donne e mecenatismo: le iniziative dell’AWA Cultura

L’opportunità di una visita al Cenacolo di Santa Croce non la si perde, specie da quando è stato completamente riallestito e possiamo godere la vista di dipinti straordinari, di mano del Cimabue – il grande crocifisso rovinato dall’alluvione – dell’Allori, Cigoli e Bronzino ed altri capolavori. Ottima scelta di location dell’Advancing Women Artists – AWA – Foundation  per presentare l’agile guida in lingua inglese “L’arte delle donne a Firenze: una guida attraverso cinque secoli”, le cui autrici sono Jane Fortune, presidente Fondatrice della AWA Foundation e Linda Falcone, direttrice. La Fondazione è un buon esempio di mecenatismo americano, infatti si è impegnata, ad esempio, nel mantenimento del monumento sepolcrale in marmo, opera della scultrice ottocentesca Félicie de Fauveau, proprio in Santa Croce. Il monumento commemora Louise Favreau, una poetessa  diciassettenne delle Indie occidentali, ed è stato ispirato da una poesia scritta da quest’ultima. Il progetto di manutenzione, sponsorizzato dalla Advancing Women Artists Foundation, è stato programmato e realizzato da Nike Restauro Opere d’Arte, utilizzando trattamenti protettivi e di pulizia volti a migliorare l’equilibrio cromatico e l’appeal estetico della scultura. La guida di cui sopra, aspira, secondo le autrici, “a illuminare le figure di numerose artiste dall’eccezionale valore, le cui vite e opere continuano a essere una parte non troppo conosciuta dell’identità culturale di Firenze”. I proventi del libro, pubblicato in inglese da The Florentine Press, saranno impiegati per sostenere i progetti di restauro a favore delle opere di donne artiste a Firenze, quelli organizzati e patrocinati ovviamente dall’AWA. Lodevole il lavoro di Fortune e Falcone che hanno trovato pieno appoggio e disponibilità nella Soprintendenza, e quindi hanno potuto accedere all’ampia documentazione e alla vasta bibliografia esistente sulle donne artiste del passato e del presente, sia quelle esposte agli Uffizi, nel Corridoio Vasariano, la Galleria Palatina, la Galleria d’arte moderna; ma anche in chiese e monasteri, oppure celate in uffici amministrativi. Molto ‘gettonata’ suor Plautilla Nelli (sua la Madonna con Bambino nella foto), attiva nel XVI° secolo e ben documentata dallo stesso Vasari, autrice audace di una Ultima cena in S. Maria Novella; menzionate le figlie dotate sia di abilità tecnica sia di padri illustri (e non tutti benevoli!), come la Tintoretta, la Gentileschi o la Doni, con un padre impegnativo quale Paolo Uccello. Insomma, un libretto ben fatto che se avesse un testo a fronte in italiano, sarebbe ancor più attraente. Per gli anglofoni il volume sarà disponibile nelle librerie di Firenze a partire dal 20 ottobre.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »