energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Dopo il maltempo, riprese le operazioni sul relitto della Concordia Cronaca

Le operazioni di “caretaking” erano state sospese ieri, 24 aprile, a causa del maltempo. Il migliorare delle condizioni meteo-marine ha permesso nella giornata di oggi, 25 aprile, la ripresa del recupero dei materiali fuoriusciti dalla Costa Concordia da parte dei tecnici di Smit Salvage e Neri. Il motopontone Marzocco è comunque rimasto ancorato a Porto Giglio. Il personale della Capitaneria di Porto, invece, ha verificato il corretto posizionamento delle panne assorbenti ed antinquinamento. Nessun movimento significativo del relitto è stato rilevato dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze. E mentre si avvicina l’inizio delle operazioni per la rimessa in asse del relitto, il presidente della Regione, Enrico Rossi, è tornato anche ieri a ribadire che la Toscana dovrà avere un ruolo importante che le garantisca una ricaduta economica di un certo interesse. La Regione Toscana, la Provincia di Grosseto ed i Comuni di Grosseto, dell’isola del Giglio, di Livorno, Piombino e Carrara, hanno costituito un comitato istituzionale per concordare come le varie realtà portuali toscane possano contribuire al recupero della Costa Concordia. L’intento di Rossi è quello di assicurare al porto di Livorno l’attracco della nave da crociera, nonché di spostare da Civitavecchia a Piombino la base delle operazioni. Ai Nuovi Cantieri Apuani di Carrara, invece, potrebbero essere affidate le opere di carpenteria. La società Micoperi, che assieme a Titan Salvage si occuperà della rimessa in asse del relitto, ha intanto annunciato che devolverà eventuali utili all’isola del Giglio. «Una scelta che dimostra sensibilità e lungimiranza», ha commentato il Governatore.

Foto: http://toscana-notizie.it
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »