energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Dopo il voto, volti del rinnovamento: Monia Monni e Fiammetta Capirossi Politica

Firenze –  Due donne, new entry,  entrambe giovani, renziane, entrambe con  un’esperienza di amministratrice comunale. Sono le  prime elette, rispettivamente nel Collegio della Piana fiorentina e in quello del Mugello.  Da questi  identikits  paralleli  abbiamo ricavato un’intervista in simultanea con le neo consigliere regionali    Monia Monni e  Fiammetta  Capirossi 

1) Un successo personale  ma anche un’indicazione politica nel senso del rinnovamento.  

Monia  Monni  

È stato anche questo il senso della nostra campagna elettorale. Non è un successo solo personale perché questo progetto si inserisce nel processo di riforme e di rinnovamento intrapreso dal governo, dal Presidente e Segretario Renzi

Fiammetta Capirossi 

si, un successo che premia l’impegno nell’amministrazione locale e cioè il contatto faccia a faccia coi cittadini su problemi concreti.  Si sottolinea spesso  che la politica tende a perdere il contatto con i problemi quotidiani dei cittadini, diventando poco efficiente e autoreferenziale. Bisogna superare questa problematica e penso che la mia esperienza da assessore comunale mi sarà molto utile.

2) Regioni  snodo decisivo in molti settori. Con quali  motivazioni entrate  in Consiglio? 

Monia Monni

Come “squadra” che ha impostato la mia campagna elettorale, lo abbiamo detto da subito  : non potevamo e non volevamo occuparci di tutto. I tre temi scelti per la campagna elettorale (sviluppo e quindi lavoro, mobilità e welfare) saranno al centro delle mie  prime azioni.

Fiammetta  Capirossi 

Mi sono sempre occupata prevalentemente del settore socio-sanitario: adesso l’obiettivo principale è quello di lavorare sulla riforma del sistema sanitario regionale, proseguendo nell’indirizzo che prevede la riduzione degli organi burocratici e l’ottimizzazione degli acquisti, in modo da garantire i servizi erogati, anche in territori più marginali, a costi contenuti.

3)  La riduzione del numero dei consiglieri  prefigura un ruolo più “decisionista” del Consiglio?

Monia  Monni

Me lo auguro. E quello che ci chiedono imprese e cittadini. È giusto discutere, scontrarsi e trovare una sintesi ma poi è fondamentale decidere

Fiammetta Capirossi

Non necessariamente: con 40 consiglieri ci sarà ancora un’ampia possibilità di dialogo all’ interno del consiglio. Con la riduzione dei consiglieri e l’abolizione dei vitalizi, credo si sia fatta una scelta di sobrietà ed equilibrio; senza per questo compromettere la capacità di confronto e di decisione all’interno del Consiglio.

4)   Quali le prime  iniziative che riguardano specificamente  il  vostro  territorio?

Monia Monni

La prima cosa che farò è quella di promuovere una riunione con i sindaci dei sei comuni. Dal territorio è partita e cresciuta la mia candidatura e nel territorio e con il territorio inizierà la mia attività politica

Fiammetta  Capirossi

Innanzitutto l’ospedale di Borgo San Lorenzo. E’ il presidio sanitario di riferimento per il territorio. Il Presidente Rossi si è impegnato a non far chiudere la struttura esistente prima che sia conclusa la realizzazione di quella nuova. Per quanto riguarda la qualità e la tipologia dei servizi, è fondamentale mantenere reparti come il pronto soccorso, terapia intensiva, cardiologia, oncologia, maternità e ginecologia, medicina per gli anziani e chirurgia. Comunque ogni decisione e’ fondamentale che sia presa col territorio.

 

monia-monni

Monia Monni

 

fiammetta capirossi

Fiammetta Capirossi

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »