energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Droga, cresce il consumo di coca Breaking news, Cronaca

Firenze – Il primo dato che si registra nel  2017 circa la situazione del consumo di droga, riguarda la  crescita del numero delle persone segnalate alla Prefettura dalle forze di polizia perché trovate in possesso di sostanze stupefacenti: 1431 a fronte delle 1091 nell’anno prima.

Il dato emerge dal Rapporto del NOT, il Nucleo Operativo Tossicodipendenze della Prefettura, che viene elaborato annualmente e costituisce un importante punto di osservazione sul consumo di droga. La maggior parte (il 79%) è stata segnalata per aver detenuto hashish e marijuana, il 13% cocaina, il 7% eroina e l’1% altre sostanze (come extasy, lsd, ketamina).

Il report segnala anche che il 91% delle persone segnalate è di sesso maschile, ma riguardo al tipo di sostanza detenuta non ci sono differenze tra uomini e donne. Diversità si registrano, invece, in base all’età: nella fascia 18-25 anni vengono consumati maggiormente i cannabinoidi, mentre la cocaina è più usata nell’arco 40-50 anni, anche se è stato registrato un incremento nell’utilizzo di questa sostanza in tutte le fasce di età.

Un altro aspetto interessante per la valutazione del fenomeno è quello relativo alla nazionalità: 228 persone (il 18% del totale) non sono cittadini italiani e provengono soprattutto dal Marocco (45), dalla Romania (33), dall’Albania (28), dalla Nigeria (14), dall’ex-Jugoslavia (14), dalla Tunisia (11) e dal Perù (11).

In merito al livello di istruzione, si nota che i detentori di sostanze stupefacenti possiedono prevalentemente (58%) il diploma di scuola media inferiore, ma non si evidenziano particolari differenze nella relazione tra il titolo di studio e la sostanza posseduta.

Riguardo al tipo di occupazione svolta, la maggior parte dei consumatori lavora (47%) oppure studia (34%), quindi si tratta di persone impegnate stabilmente in attività; disoccupati o sottoccupati risultano una minoranza (15%).

Se si considera il dato che riguarda le persone (fra quelle segnalate e convocate) che si sono recate al colloquio con le assistenti sociali del Not, 587, può sembrare un dato molto basso. Tuttavia, va considerata anche l’alta percentuale di turisti e senza fissa dimora segnalati ma non reperibili.

 Infine, i provvedimenti adottati. Nei confronti di 369 persone (segnalate per la prima volta per la detenzione di droghe cosiddette leggere) è stato rivolto l’invito formale a non fare più uso di sostanze stupefacenti., mentre è stata disposta l’archiviazione del procedimento amministrativo per le 136 persone segnalate che hanno effettuato un programma terapeutico presso il Sert in base al protocollo stipulato con la ASL 10 di Firenze.

La sanzione amministrativa, che comporta la sospensione della patente, del passaporto e del porto d’armi per un periodo da un mese a un anno, è stata erogata alle  255 persone che non hanno svolto alcun percorso terapeutico o che non si sono presentate al colloquio con le assistenti sociali. Inoltre, nei confronti delle 100 persone, che al momento dell’accertamento disponevano di un veicolo, le forze dell’ordine hanno eseguito il ritiro immediato della patente di guida.

Attività di prevenzione e sensibilizzazione della prefettura. Fra le varie attività messe in campo, si segnala il patto educativo “Prevenzione delle dipendenze negli istituti scolastici”, che si inserisce nell’ambito delle attività del Comitato “Scuola Sicura Insieme”, coordinato dalla Prefettura. Avviato in via sperimentale in cinque istituti superiori fiorentini, in collaborazione con le forze dell’ordine e il Dipartimento Dipendenze della ASL di Firenze, l’iniziativa ha fornito agli insegnanti strumenti, sia teorici che pratici, per meglio individuare e affrontare il problema del disagio giovanile e dell’uso di sostanze stupefacenti.

Infine, sempre nel corso del 2017, è proseguita la costante e proficua collaborazione con il Comune di Firenze, grazie alla quale sul sito “www.sostanze.info” è possibile acquisire informazioni sul procedimento amministrativo che aspetta coloro che vengono trovati in possesso di sostanze stupefacenti.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »