energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Droga, successo delle operazioni dei carabinieri nell’aretino Foto del giorno

Arezzo – Continua l’intensa attività di contrasto degli stupefacenti dei carabinieri del territorio aretino, che fra il 26 e il 27 luglio hanno messo a segno controlli e operazioni coronate da successo. Sono stati sequestrati complessivamente 150 grammi di cocaina, circa 450 grammi di marijuana, 220 di hashish.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Giovanni Valdarno e della Stazione di Bucine hanno tratto in arresto un ragazzo di 19 anni e una donna di 47, albanesi, residenti in Valdarno, come informa la nota dei militari, “per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

“A conclusione di una articolata e prolungata attività investigativa – si legge – i militari dell’Arma, che già da tempo stavano seguendo le mosse dei due, verso le 17,30 del 27 luglio 2015, notavano nel centro di Montevarchi dei movimenti sospetti tra alcuni giovani, che facevano presumere che vi fosse in atto uno spaccio.

I militari del’Arma intervenivano immediatamente e fermavano un giovane, del luogo, tossicodipendente, che veniva trovato in possesso di una dose di cocaina, appena acquistata. Contestualmente veniva fermato il 19/enne albanese, a cui venivano sequestrate altre nove dosi.

I Carabinieri procedevano quindi ad effettuare la perquisizione presso l’abitazione del 19/enne, alla presenza anche di una sua congiunta di 47 anni, che consegnava spontaneamente altre 23 dosi di cocaina, un bilancino di precisione e 400 euro in contanti, asserendo che in casa non vi era altro stupefacente.  I militari dell’Arma, non convinti della veridicità di quanto asserito dalla donna, procedevano comunque alla perquisizione e, all’interno della tasca di un giubbotto custodito in un armadio, rinvenivano altri 83 grammi circa di cocaina”.  Lo stupefacente complessivamente sequestrato ammonta a 106 grammi.

L’altra operazione ha visto in azione i Carabinieri della Stazione di Subbiano, che hanno tratto in arresto un uomo di 43 anni, albanese, residente in Arezzo, per “detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti”.

Ed ecco come si è svolta l’operazione, secondo quanto si legge nella nota: “I militari dell’Arma,  avendo acquisito notizie che al suo interno  si facesse spaccio e/o consumo di stupefacenti, unitamente a unità del Nucleo Carabinieri Cinofili di Firenze, verso le 21,00 del 26 luglio 2015, si recavano presso un esercizio pubblico in Subbiano, il cui titolare, su richiesta del Comandante della Stazione, consegnava spontaneamente due involucri in cellophan, contenenti rispettivamente 200 e 20 grammi di hashish, asserendo di non detenere altro stupefacente. Anche in questo caso i militari dell’Arma, procedevano comunque alla perquisizione e sequestravano all’uomo la somma di 1.400 euro, che custodiva in una tasca dei pantaloni. L’operazione dei Carabinieri proseguiva poi con la perquisizione domiciliare presso tre abitazioni nelle disponibilità dell’uomo, in Arezzo,  in Capolona e in Subbiano e, in quest’ultima, appena entrati all’interno, vedevano il cane antidroga dirigersi repentinamente verso un vecchio televisore, dietro il quale era nascosto un panetto di marijuana pressata e avvolta nel cellofan, del peso di circa 450 grammi”.

I tre arrestati sono stati portati rispettivamente: il 19enne presso la Casa Circondariale di Arezzo,  la donna presso l’istituto di Sollicciano a Firenze, l’uomo di 43 anni sempre ad Arezzo.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »