energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Droga:usava formaggio avariato per non farla individuare Cronaca

Il formaggio avariato che aveva utilizzato per eludere i controlli antidroga alla fine lo ha 'tradito'. Proprio il cattivo odore del latticino, custodito in una borsa termica senza neanche il ghiaccio chimico, ha insospettito una pattuglia della Polfer di Firenze che ha poi scoperto che insieme al formaggio l'uomo, un tunisino di 49 anni, trasportava 170 grammi di eroina bianca. Per il nordafricano e' scattato cosi' l'arresto. Tutto e' accaduto ieri mattina nei pressi della stazione centrale di Firenze. Dopo aver notato il tunisino scendere da un treno Av gli agenti hanno deciso di seguirlo, insospettiti dal suo modo di fare, per poi fermarlo non lontano, in via Alamanni. Quando hanno chiesto al 49enne di aprire la borsa termica che aveva con se' i poliziotti sono rimasti colpiti dal forte odore di formaggio, in pessimo stato di conservazione, e dal fatto che non c'era ghiaccio. Cosi', a un piu' accurato controllo, e' stato scoperto che in un'intercapedine della stessa borsa era stata nascosta la droga. Il formaggio e l'intercapedine, per la polfer, dovevano appunto servire a eludere un controllo di Polizia e l'eventuale presenza di cani. Alcuni giorni fa, in un'altra operazione alla stazione centrale, sempre la Polfer ha arrestato un tunisino di 49 anni, trovato in possesso di 156 grammi di eroina: anche in questo caso l'uomo era arrivato a Firenze in treno, mezzo  sempre piu' utilizzato dai corrieri della droga.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »