energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Due arresti per droga: ad Arezzo e sull’Autosole Notizie dalla toscana

AREZZO – Ad Arezzo questa mattina, per ironia della sorte proprio in via Spinello, un trentenne marocchino è stato arrestato dalla polizia per spaccio di stupefacenti. Il magrebino conversava con un giovane, al quale stava vendendo droga, quando una pattuglia lo ha sorpreso. Ha tentato, allora, di disfarsi dei 10 grammi di hashish e dei 500 euro che aveva in tasca e, non riuscendoci, ha quindi tentato la fuga. Uno degli agenti, però, lo ha fermato e, per tutta risposta, il giovane spacciatore gli ha rifilato un calcio. Una volta acciuffato, il trentenne è finito in manette per spaccio di stupefacenti e violenza contro pubblico ufficiale. Sempre questa mattina la polizia stradale di Arezzo ha effettuato un arresto per droga sull’Autosole. All’altezza di Lucignano, in carreggiata sud, gli agenti hanno fermato una Jeep Cherokee per un normale controllo, ma hanno scoperto che il conducente, un incensurato di 38 anni originario di Benevento ma residente a Pisa, teneva sul sedile posteriore un piattino pieno di cocaina. Probabilmente l’uomo aveva spostato il piattino nel momento in cui gli agenti avevano mostrato la paletta per fermarlo e prima lo teneva nell’abitacolo per sniffare mentre guidava. Dopo che i poliziotti hanno scoperto la polvere bianca, l’uomo si è giustificato dicendo che era per uso personale. Gli agenti, però, lo hanno obbligato ad aprire il portabagagli, dove hanno trovato una busta di carta contenente 700 grammi di cocaina purissima ed un quantitativo significativo di sostanza da taglio. La droga è stata immediatamente sequestrata ed il trentottenne è stato arrestato e condotto nel carcere fiorentino di Sollicciano.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »