energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Due negozianti toscani sventano da soli i tentativi di rapina Cronaca

Coraggio o sconsideratezza? In Toscana si sono registrati due episodi di reazione a tentativi di rapina, uno a Firenze ed uno a Ponte Buggianese (Pistoia). Nel pomeriggio di giovedì 29 dicembre due malintenzionati si sono introdotti in un’oreficeria di via di Brozzi, nei pressi di Quaracchi, fingendosi normali clienti. L’orafo, un cinquantaduenne pratese che ha il suo esercizio alla periferia nord di Firenze, ha mostrato loro la merce, ma è stato assalito dai due rapinatori, che lo hanno picchiato prendendolo a pugni. Per tutta risposto, però, l’uomo ha reagito ed è riuscito ad uscire dal negozio per chiedere aiuto. Vistisi in trappola, i due rapinatori si sono dati alla fuga senza riuscire a portare via dall’oreficeria alcun gioiello. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Peretola (Firenze). Ieri, 30 dicembre, è toccato invece ad una commerciante pistoiese di 30 anni reagire ad un tentativo di rapina. Una romena di 19 anni, residente a Montecatini Terme (Pistoia) e già nota alle forze dell’ordine per altri tentativi di furto, si è introdotta nel suo negozio di Ponte Buggianese ed ha intimato alla trentenne di consegnarle l’incasso della giornata. La negoziante, però, non ha avuto timore del coltello con la quale la rapinatrice la minacciava e si è avventata sulla malvivente, riuscendo a disarmarla ed ingaggiando una furiosa colluttazione. Alla fine la negoziante ha avuto la meglio ed è riuscita a chiudere la diciannovenne nel negozio e  chiamare i carabinieri, che l’hanno arrestata. Per la coraggiosa commerciante pistoiese una ferita alla mano che i medici hanno detto guaribile in una decina di giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »