energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Due passi nel Medioevo” all’insegna della solidarietà verso l’Emilia Notizie dalla toscana

Seconda edizione per “Due passi nel Medioevo: il Cassero si colora di bianco-blu”, l’iniziativa promossa dalla contrada di Porta Senese e patrocinata dal Comune di Figline e dalla Pro loco “Marsilio Ficino” per sabato 30 giugno e domenica 1 luglio nei giardini di via Del Puglia.
La manifestazione – il cui ricavato andrà in parte ai terremotati dell’Emilia Romagna -prende spunto dall'amore che Porta Senese e i suoi contradaioli hanno per Figline e per la sua storia ed ha l'obiettivo di riportare l'antica Porta, le mura medievali e il  Cassero agli antichi fasti, facendo un salto indietro nel tempo fino al 1300.
In questi due giorni sarà quindi possibile visitare il mercatino dell'artigianato, passeggiare tra figuranti in costume d'epoca, artigiani e armaioli all'interno di un accampamento medievale, assistere a spettacoli itineranti di musici, schermidori e cimentarsi in divertenti giochi del periodo e provare a tirare con arco e frecce; in entrambi i giorni a partire dalle 19 si potrà anche cenare presso la locanda della Torre d'Argento gestita dai contradaioli.
La manifestazione inizierà alle ore 17 di sabato 30 giugno con un corteo che muoverà da piazza Dante attraversando il centro storico, con una esibizione in piazza Ficino dei tamburini della Giostra della Stella e dei figuranti della Compagnia d’arme. Per i più coraggiosi ci saranno i giochi a premi dell’epoca, a cura del gruppo Nobiltà e Contado di Pistoia, mentre sabato sera da non perdere lo spettacolo all'“Arena del Corvo”, dove la Compagnia d’arme Santaccio presenterà il Grande torneo di scherma scenica; domenica invece la manifestazione si chiuderà con l'esibizione degli Arcieri del Borro: vista la concomitanza con gli Europei di calcio, i contradaioli hanno pensato anche di allestire un maxischermo per vedere la finalissima.
Due passi nel Medioevo è giunta alla sua seconda edizione – spiega il presidente di Porta Senese, Gian Luigi Fiamminghi – e spero che dopo questa ce ne siano ancora tante altre. Per questo ringrazio di cuore tutti coloro che con il loro contributo, sia economico che di tempo, l'hanno resa possibile. Questa festa nasce con precise finalità che devono rimanere il suo segno distintivo, ovvero valorizzare i luoghi storici della contrada come le mura trecentesche, la vecchia Porta Senese, i giardini del Cassero e la Casagrande per farli rivivere come si facesse un salto indietro nel tempo con cavalieri, dame, armigeri e tanto altro ancora. Questa manifestazione richiede alla Contrada un grande sforzo organizzativo ma allo stesso tempo è il nostro più grande vanto: ogni contradaiolo deve sentirsi fiero di quello che è riuscito a fare, perché questa festa è soprattutto la sua festa”.
Anche il sindaco Riccardo Nocentini si è detto particolarmente soddisfatto per questa seconda edizione e tiene a ringraziare Porta Senese e le altre contrade per l’impegno nell’organizzazione di eventi che promuovono la città di Figline.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »