energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Due regali di Natale per le università pisane STAMP - Università

Il primo dono è arrivato questa mattina dalla casa editrice pisana Ets. Anziché allestire il tradizionale buffet natalizio ed offrirlo ad autori e lettori, l’editore pisano ha deciso di compiere un gesto di solidarietà nei confronti della cultura, che soffre particolarmente in tempi di crisi. È così che oltre 1.000 volumi sono stati donati da Ets alla Biblioteca dI Filosofia e storia dell’Università di Pisa. I libri che Ets ha regalato all’Ateneo pisano comprendono tanto testi pubblicati dallo stesso editore pisano che libri di altre case editrici che Ets ha acquistato per la biblioteca. Con il gesto natalizio, spiega un comunicato, la casa editrice ha voluto compiere «un gesto concreto a sostegno di un settore culturale importante di questa città e a noi vicino, le biblioteche universitarie». Ma Babbo Natale quest’anno ha portato con sé un altro pacchetto per gli Atenei pisani. Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha deciso infatti che a controllare i conti della Regione sarà un gruppo di giovani studenti della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. «Se lo spending review lo si fa fare a chi stila i bilanci – ha dichiarato il Governatore – riconfermerà sempre le misure già previste. Per questo bisogna prendere dei giovani esterni, che abbiano il coraggio di scandalizzarsi e il coraggio di dire che una certa spesa si può anche non fare». Saranno dunque alcuni studenti universitari pisani a “fare le pulci” ai conti della Regione. Un compito impegnativo ma che, allo stesso tempo, darà grande risalto all’Ateneo pisano.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »