energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

E’ fiorentino il numero 1 della boxe Sport

Il fiorentino Alberto Brasca è il nuovo presidente della Federazione italiana di pugilato per il quadriennio 2013-2016. E’ stato eletto questo pomeriggio sabato 19 gennaio da 571 votanti tra dirigenti di società, tecnici ed atleti, riuniti in assemblea ad
Assisi.
I candidati a succedere a Franco Falcinelli presidente uscente, per il quale è già pronto un posto negli organi internazionali della boxe, erano l’emiliano Gualtiero Becchetti; il laziale Antonio Del Greco, ed, appunto, il toscano Alberto Brasca di Firenze.
Per essere eletti alla prima votazione occorreva che uno dei tre candidati ricevesse la maggioranza assoluta dei consensi (50+1). Circostanza che non si è verificata. Infatti Brasca ha ottenuto 253 voti; Del Greco 191 e Becchetti 127. Si andava, dunque, al ballottaggio operazione che si è conclusa questo pomeriggio intorno alle ore 18. E le urne hanno premiato largamente Brasca che ha ottenuto 307 voti contro i 245 dell’altro candidato Del Greco. Al verdetto lunghi applausi dei presenti per il neo presidente con il quale si complimentavano subito anche i 32 delegati toscani che avevano votato in blocco per lui. Brasca, oggi 67enne, nato a Lucca, ma fiorentino praticamente da sempre, ha svettato in due mondi: quello degli enti pubblici nei quali ha ricoperto importanti incarichi e quello della boxe. Come personaggio pubblico ha iniziato quale presidente della Provincia di Firenze incarico che lasciava nel 1995 chiamato da Mario Primicerio sindaco di Firenze per assumere il ruolo di vice sindaco e di assessore allo sport. Dal 1999 al 2004 è stato presidente del Consiglio comunale in Palazzo Vecchio; infine “difensore civico” nel Comune di Firenze fino al 2010 cioè fino a quando quell’ufficio è stato soppresso.
Nel mondo del pugilato è entrato da ragazzo ed ha esordito come pugile con la Pugilistica Lucchese. Una carriera breve e senza acuti. Molto meglio il figlio Francesco che sotto le insegne dell’Accademia Fiorentina è stato un ottimo welter di prima serie ed ha totalizzato ben 70 incontri.
Torniamo al neo presidente per ricordare che nell’ambito federale è stato coordinatore del settore agonistico degli atleti azzurri; ed attualmente ricopriva il ruolo di vice presidente nel Consiglio federale appena scaduto. Ora Brasca dovrà varare il nuovo consiglio federale. E’ quasi certo che chiamerà a farne parte anche l’empolese Giuseppe Ghirlanda, attuale presidente del Comitato toscano della boxe ed il fiorentino Leonardo Domenici un “patito” da sempre della boxe ed ex sindaco di Firenze. Alberto Brasca presidente federale e Leonard Bundu campione europeo dei welter: di questi tempi il pugilato a Firenze vola alto.

Franco Calamai

Foto: raisport.rai.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »