energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

E’ morto Carlo Azeglio Ciampi Foto del giorno

Roma –  Aveva 95 anni, Carlo Azeglio Ciampi. E’ scomparso stamattina, a Roma. Nato a Livorno nel 1920, oltre che presidente della Repubblica dal 1999 al 2006, è stato anche, per 14 anni, governatore della Banca d’Italia e presidente del Consiglio nel 1993. Ciampi era ricoverato da alcuni giorni nella Clinica Pio XI, dopo un peggioramento delle sue condizioni di salute.

Scrive il presidente del consiglio Matteo Renzi, appresa la notizia, su Twitter:  “L’abbraccio del Governo alla signora Franca. E un pensiero grato all’uomo delle Istituzioni che ha servito con passione l’Italia”. 

“L’Italia si fonda su tre R: Risorgimento, Resistenza, Repubblica” amava ripetere Carlo Azeglio Ciampi, un grande uomo e un grande statista. Con mitezza, competenza e autorevolezza ha dedicato la sua vita e la sua opera a servizio dell’Italia e dell’unità europea, contribuendo nei momenti più difficili, da Presidente del Consiglio e Capo dello Stato, a tenere saldi gli argini della democrazia. A lui, livornese, partigiano azionista, economista e grande studioso di lettere, dobbiamo moltissimo”.  Con queste parole il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha ricordato il presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi nel giorno della sua morte.

“Ha servito la repubblica con umiltà e lo ha fatto con grandezza”: è con profondo dolore per la scomparsa di Ciampi che Valdo Spini,  nel suo governo ministro dell’Ambiente e delle Aree urbane, ha ricordato la figura dell’ex-presidente della Repubblica. 
Carlo Azeglio Ciampi, sottolinea Spini, “è stato, se così si può dire, l’ultimo colpo di coda della tradizione rosselliana e del partito d’azione. Non molti ricordano infatti che Egli da giovane era stato il segretario della sezione di Livorno del Partito d’Azione e che dopo la scomparsa di questo non aveva aderito a nessun partito, entrando poi in Banca d’Italia”.

“Essere stato Ministro con lui ha costituito una grande esperienza, non solo politica, ma etica e di costume. Credo che a distanza di anni si possa dire con rimpianto che il Suo governo sia durato troppo poco. Ancora nel 2013 aveva voluto concedermi una prefazione per il mio libro “La buona politica”. Una sua frase: voglio riportare: “L’alternativa non è tra vecchio e nuovo…il discrimine passa attraverso le motivazioni ideali””. 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »