energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

E’ morto il magistrato Tindari Baglione Cronaca

Firenze – E’ morto  Tindari Baglione,  Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Firenze. Aveva 72 anni. Da un mese lottava contro un male incurabile. La morte è sopravvenuta intorno alle 13 di oggi, domenica 28 giugno, nell’ospedale di Careggi, dove era ricoverato in terapia subintensiva.

Il sindaco Dario Nardella ha espresso attraverso Facebook il suo cordoglio per la morte di Baglione. “Ho avuto tante occasioni di collaborazione con lui tese sempre a migliorare la nostra città e la comunità –ha detto -. Più lo conoscevo più ne apprezzavo quella passione tipica dei toscani in tutte le cose che faceva, a partire dal lavoro in magistratura. Amava Firenze e da oggi ai fiorentini mancherà tanto. Amava Firenze e da oggi ai fiorentini mancherà tanto”.

Il sindaco ha espresso le sue condioglianze e quelle dell’amministrazione alla famiglia.

La redazione di Stamp con il direttore Piero Meucci esprime la sua vicinanza alla moglie Annamaria e ai figli.

Magistrato dal 1970 Tindari Baglione ha iniziato la  carriera come giudice al tribunale di Nuoro e quindi nel 1972 a Venezia presso il tribunale dei minorenni. Membro del Consiglio superiore della Magistratura per cinque anni.  È stato successivamente Pubblico ministero a Firenze dal 1986, prima presso la Procura poi presso la Procura Generale. Nel 2000 è nominato Procuratore capo a Pistoia e nel 2005 sostituto Procuratore generale presso la Corte di Cassazione a Roma. Dal  2013 era  Procuratore Generale a Firenze.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »