energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

È scomparso l’artista fiorentino Silvano Campeggi Cultura, Foto del giorno

Firenze – E’ morto a 95 anni  Silvano Campeggi. Il grande artista fiorentino, da decenni cittadino di Bagno a Ripoli, se n’è andato nella mattina di mercoledì 29 agosto 2018. E’ stato l’autore dei manifesti di alcuni del film più famosi nella storia del cinema mondiale.

Silvano Campeggi, universalmente noto per la sua attività creativa legata alla realizzazione dei manifesti cinematografici, era nato a Firenze nel 1923. Figlio di un tipografo compositore della casa Bemporad, Campeggi aveva fin da subito avuto contatti con il mondo artistico frequentando l’Istituto d’arte di Porta Romana di Firenze. Al termine della Seconda Guerra Mondiale Campeggi si trasferì a Roma maturando un più preciso interesse per la cartellonistica grazie ai rapporti con il cartellonista Martinati e realizzando ufficialmente il suo primo manifesto nel 1946.

Da allora oltre 3000 sono stati i lavori che Campeggi ha dedicato al cinema lavorando per le più grandi case di produzione dalla Metro-Goldwyn-Mayer alla Warner Brothers, Paramount e  Universal. Rientrato a Firenze alla metà degli anni Settanta, Campeggi si dedicò ad una personale ricerca artistica riconosciuta dalla critica in numerosissime mostre. Nel 2000 riceve il “Fiorino d’Oro” della città di Firenze, nel 2017 le Chiavi del comune di Bagno a Ripoli, suo luogo d’adozione, e nel 2016 viene eletto Accademico delle Arti del Disegno.

“Imaginifico ed iconico artista dal generoso sorriso e dall’instancabile volontà, l’arte di Silvano Campeggi è stata celebrata e riconosciuta come una folgorante capacità di sintesi e dinamismo, catturando in pochi ed efficaci segni personalità ed evocando caratteri e atmosfere”, ha scritto il Presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno Cristina Acidini nell’annunciare la scomparsa del maestro.

Così lo ricorda il sindaco di Firenze Dario Nardella su twitter“Ci ha lasciato Nano Campeggi. Alla famiglia l’abbraccio di tutta la comunità. Un grande artista, geniale e sensibile, che ha portato il nome di #Firenze nel mondo con le sue locandine cinematografiche. Lui che ha dipinto tanti diavoli oggi torna tra i suoi angeli. Addio Nano.”

campeggi

Grande dolore e commozione e un abbraccio immenso alla moglie Elena e alla sua famigliaha detto il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini -. Questo è il mio sentimento, unito alla sensazione di aver avuto un grande onore, un privilegio nell’aver conosciuto un uomo così, di fronte alla scomparsa di Silvano Campeggi. Nano (come lo chiamavano e lo chiameranno un po’ tutti nel mondo) è stato uno dei pochi artisti a cavallo tra ‘900 e terzo millennio a fondare il suo lavoro su una continua ricerca di stimoli per attrarre interesse e curiosità per la sua arte, che ha spaziato dai manifesti per i capolavori del cinema di Hollywood alla storia toscana.

Per la ‘sua’ Bagno a Ripoli, dove viveva dagli anni ’60, ha fatto tanto. Il 4 luglio del 2017, in una bellissima cerimonia all’Oratorio di Santa Caterina, gli avevamo consegnato con piacere, orgoglio ed emozione le ‘Chiavi della Città’, per ringraziarlo di avere portato il nome di Bagno a Ripoli nel mondo e, nonostante la sua fama che lo aveva portato a lavorare con grandi personaggi del cinema mondiale ad allestire decine e decine di esposizioni delle sue opere, di avere deciso di trascorrere qui la sua vita. Ricordiamo la sua attiva e costante partecipazione alla vita culturale della comunità ripolese, che, nel 2010, gli aveva dedicato la grande mostra del 2010 “Verso Campaldino. dal Pian di Ripoli alla battaglia”, all’Oratorio di Santa Caterina, in cui raccontava da par suo i momenti precedenti alla mischia sanguinosa sotto il Castello di Poppi, ma anche la sempre pronta disponibilità ad organizzare momenti culturali da condividere con i suoi concittadini e i tantiamici.

Nano era una persona solare, disponibile e generosa, una presenza che ci mancherà terribilmente. È stato un grande onore, un privilegio conoscerlo ed averlo come concittadino, e soprattutto come amico. Non lo dimenticheremo mai”.

Foto: Silvano Campeggi: Cavalli, da Ben Hur, dipinto di proprietà dell’Accademia delle Arti del Disegno

sotto: Silvano Campeggi con il sindaco di Bagno a Ripoli

Print Friendly, PDF & Email

Translate »