energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

E’ tempo di Taste: torna la kermesse sul cibo Cronaca

Al via l’8° edizione di Taste, la manifestazione nata dalla collaborazione tra Davide Paolini, il celebre gastronauta che “sfugge a tutti i luoghi comuni culinari”, con Pitti Immagine. Punto di incontro dei migliori addetti del settore, italiani e internazionali, e di tutti i cultori del cibo di qualità, è soprattutto un’occasione per concludere affari e richiamare visitatori: ben 13.500 nel 2012, di cui 3.300 buyer, con una percentuale crescente di operatori internazionali.

Tre giorni di eccellenze, dibattiti, acquisti, presentazioni, quasi un preludio o comunque una preparazione all’Expo che si terrà tra due anni a Milano verso cui “c’è grande attenzione”, ha detto Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine alla conferenza stampa di presentazione dell’evento.
Il format rimane quello di sempre. “L’impostazione iniziale sarà mantenuta – ha ribadito infatti Napoleone – si guarda sempre di individuare nuove ed eccellenti piccole realtà, che è la caratteristica della manifestazione”.

Insomma, quest’anno Taste sarà ancora una volta il “salotto buono del made in Italy che si sta allargando anche ai piccoli grandi prodotti europei”, come lo ha definito Davide Paolini, che offrirà il suo “ring”, l’arena cultural-gastronomica sede di dibattiti e scambi di idee tra i big del mondo del cibo, a tre importanti dibattiti che evidenziano le nuove tendenze del settore. Apre Tutti pazzi per il cake design, segue A volte ritornano: gli anni ‘50 in cucina con Gianfranco Vissani che proporrà un recupero delle “ricette della nonna” e dell’autenticità e, per concludere, un grande classico con Si fa presto a dire pizza in cui dieci famosi pizzaioli insegneranno come fare una pizza davvero buona.

P1020331.JPGTaste non sente la crisi – ha detto Agostino Poletto vice direttore generale di Pitti Immagine – le aziende sono cresciute, dalle settanta della prima edizione a duecentottantatre e sentono l’appartenenza ad un gruppo di qualità. Per questo, interpretando le esigenze degli espositori abbiamo in queste ultime edizioni portato l’attenzione sui compratori professionisti”. Per rendere più agevoli gli scambi tra addetti ai lavori, Taste sarà aperto esclusivamente agli operatori ogni giorno fino alle 12.30, per poi consentire l’accesso anche al pubblico di appassionati che, grazie allo spazio speciale del Taste Shop, potranno acquistare i cibi e i vini esclusivi degustati durante il percorso.

Tema generale della manifestazione i “luoghi”, piccoli palcoscenici che accolgono il gusto improntati al concetto della bottega, con grande attenzione alle insegne grafiche, italiane, inglesi e americane. Ma anche i “tools”, gli strumenti per cucinare destinati agli chef e ai dilettanti, e un’area dedicata alle bontà di un paese estero, che quest’anno sarà la Spagna, presente con tre produttori. A dimostrazione che la sinergia può rendere più forte lo stesso “made in Italy”.
L’8° edizione sarà caratterizzata anche dalla aumentata presenza di progetti editoriali segnati, tra l’altro, da un accordo con Giunti che esporrà all’interno dell’area ring un’intera libreria sul cibo e due nuove pubblicazioni in materia, dalla presenza del pratese Gruppo Editoriale che proporrà un nuovo volume sui luoghi di Firenze e dal debutto della rivista The Lifestyle Journal. Da segnalare anche il Food. Chocolate. Design., un progetto collettivo in cui si sono cimentati otto produttori artigianali che, sul tema del cioccolato di Modica Sabadì, hanno creato sedici ricette tradotte in immagini da altrettanti graphic designer italiani, capaci di trasformare l’olfatto in visione per una mostra fotografica veramente particolare.

P1020336.JPGTantissimi gli eventi collaterali proposti da FuoriDiTaste sparsi per tutta la città. Da Il dialogo tra cibo e sport che ogni giorno si terrà da Universo Sport a Piccoli chef crescono, il cooking show presso il Caffè Gucci in cui i bambini potranno imparare a fare biscotti sotto la guida dello chef di Gucci Museo, a La nocciola in tutti i sensi che si terrà presso la pasticceria Serafini di via Gioberti.
Pastaaaa sugo cercasi è invece una lezione sulla pasta di grano duro che si svolgerà presso la scuola di arte culinaria Cordon Bleu, mentre al Museo Marini lo chef stellato Marco Stabile del ristorante L’ora d’aria riprodurrà sui piatti tre opere d’arte contemporanea esposte nella cripta del museo: belle da vedersi e tutte da mangiare.

Taste654783.png

Giovanna Focardi Nicita

Print Friendly, PDF & Email

Translate »