energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ebola, nuovi casi sospetti. Rainieri: “Fermare Mare nostrum” Cronaca

Roma – Dopo il caso sospetto di Ebola in una donna morta in Tirolo e di una donna nigeriana a Berlino ieri, giungono nuove segnalazioni in California e Vietnam. Crescono le vittime tra le persone impegnate in prima linea nella lotta all’epidemia. In Italia, Fabio Rainieri, segretario della Lega Nord Emilia e Mirka Cocconcelli, consigliere comunale
a Bologna commentano una comunicazione del ministero della Sanità, del 13 agosto: “Il rischio contagio Ebola in Italia esiste, pr cui necessario frenare sull’operazione Mare Nostrum”.

Due nigeriani arrivati ieri in Vietnam con un volo aereo, sono stati isolati perchè mostrano sintomi del virus Ebola e resteranno in osservazione per 21 giorni.  Un altro caso sospetto si trova a Sacramento in California: una persona è stata ricoverata in isolamento al Kaiser Permanente South Sacramento Medical Center, dove gli verranno effettuati gli accertamenti  e test.

Dopo la morte di medico Patrick Sawyer, il primo infettato dal virus, di due infermiere, di un agente che accolse Sawyer al suo arrivo all’aeroporto di Lagos, è morta ieri in Nigeria, in un reparto per malattie
infettive del Mainland Hospital, la dottoressa Ameyo Stella Adadevoh, un’endocrinologa in prima linea nella lotta contro l’epidemia. Era stata lei a curare Sawyer, 40 anni, poi deceduto in un ospedale di Lagos.

“La situazione è grave – denunciano i due esponenti di Lega Nord Rainieri e Cocconcelli – Molto più di quello che vogliono farci credere. Senza creare inutili allarmismi, va detto che il rischio contagio, per quanto remoto, esiste eccome”. Ed esiste, aggiungono i due leghisti, “ancora di più per quelle persone che lavorano fianco a fianco con chi ogni giorno sbarca sulle nostre coste”. Per questo è “necessario e improcrastinabile mettere un freno all’operazione Mare Nostrum. Almeno fino a quando con la collaborazione dell’Europa non la si sia ridisegnata completamente”.

E’ lo stesso nostro ministero della Sanità, spiegano Rainieri e Cocconcelli,  a certificare, sbugiardando Renzi e Alfano, che non si può escludere il rischio di contagio del virus Ebola nel nostro paese, con la comunicazione di allerta che ha inviato il 13 agosto  agli assessorati alla Sanità delle Regioni, agli Uffici di Sanità’ marittima, aerea e di frontiera, alle Capitanerie di porto, agli Operatori della Cri, alla Direzione della Sanità’ militare, ai Centri di eccellenza per la cura delle malattie infettive, alle Forze dell’ordine e ai Comandi militari. La comunicazione ministeriale mette in guardia queste strutture riguardo alle procedure da tenere per scongiurare il diffondersi della malattia

Print Friendly, PDF & Email

Translate »