energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Edilizia sociale per immobili dismessi dal Comune Politica

Via libera ieri, in consiglio comunale, all’emendamento elaborato dalla commissione Urbanistica con cui si introduce la possibilità di individuare immobili dismessi dal Comune che possono essere finalizzati ad edilizia sociale (convenzionata, co-housing, autorecupero, ecc.). Un importante passo in direzione di nuove forme dell'abitare realizzato all'interno dell'approvazione  della delibera sul regolamento dei contratti. Secondo il presidente della commissione Urbanistica “significa che nel prossimo piano delle alienazioni e delle valorizzazioni si potrà decidere che un immobile possa essere venduto o messo in concessione non semplicemente per realizzare una entrata di bilancio ma anche per fare alloggi sociali".

Nella stessa direzione va la delibera che approva le varianti che rendono possibili due interventi (uno per alloggi per giovani in co-housing nella ex sede del Quartiere in via Assisi e uno per un intervento di auto recupero proposto da una associazione di abitanti in via delle Torri) che rientrano tra quelli candidati dal Comune all'apposito bando di finanziamento regionale. In relazione a questa seconda delibera, la Commissione urbanistica, raccogliendo anche le richieste del Consiglio di Quartiere 4, ha raccomandato all'amministrazione comunale di fare in modo che l'intervento di via Assisi garantisca il mantenimento e la valorizzazione del Centro di Formazione Professionale lì collocato, sviluppando con questo una sinergia tramite la realizzazione di alloggi che potrebbero essere dedicati prioritariamente proprio ai ragazzi utenti dello stesso CFP, e che siano mantenute tutte le attrezzature pubbliche e associative attualmente esistenti nello stesso immobile.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »