energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Edison. Il social forum entra in libreria Politica

Libreria Edison, ogni giorno è un capitolo nuovo. Nell'attesa dell'arrivo del segretario della Fiom Maurizio Landini prevista per venerdì 9 novembre e, soprattutto, della visita “elettorale” del leader di Sel Nichi Vendola, nuove speranze – e anche nuovi punti interrogativi – si aggirano in piazza della Repubblica. Partiamo dalle speranze.

L'ok del social forum – Firenze 10+10, il nome con cui è chiamato il social forum edizione 2012 che sta per cominciare in città, ha dato il suo appoggio alla causa dei dipendenti e, due giorni prima della presenza di Landini, si farà vedere in libreria con alcuni suoi esponenti.

A questo si somma la pubblicazione da parte del Corriere Fiorentino di quella che potremmo chiamare l'ipotesi Red, ovvero l'apertura di un punto vendita Feltrinelli orientato anche all'enogastronomia. Ciò apre a uno scenario più roseo per i dipendenti nella prospettiva di un possibile riassorbimento occupazionale anche se, come ha voluto sottolineare il sindacalista che ha in mano la vertenza, Enrico Talenti di Filcams Cgil, «è tutto molto ufficioso» e non varrebbe la pena parlarne adesso. Non ora che potrebbe destabilizzare le trattative e non ora che è in ballo anche l'altra partita, quella sindacale.

La vicenda sindacale – Del vincolo culturale molto si sa. La battaglia dei dipendenti fino adesso si è svolta politicamente su questo punto. La petizione, che ha raccolto oltre 20.000 firme, è accompagnata ormai a cadenza quotidiana da un evento o da una importante sottoscrizione (a proposito, giovedì 8 c'è Carlo Monni, i Whisky Trail son sempre i Whisky Trail e un Fiumani così non s'era mai visto). Ciò che rimane sempre un po' più nell'ombra è come si stiano svolgendo le cose sul piano sindacale e, quindi, su quando e come la libreria sarà effettivamente chiusa.

La svendita sta andando molto bene e, per quanto è stato detto fin'ora dalla proprietà Bellentani, essa servirà a far cassa per pagare gli ultimi stipendi e i relativi Tfr. Ma il gruppo ad oggi, è cosa nota, ha accumulato debiti ingenti verso fornitori ed editori (tra i quali Mondadori e Rizzoli). «Debiti per milioni» – dicono dalla Cgil. Chiudere la libreria un mese prima di dicembre, mandando i dipendenti in cassa in deroga, costituirebbe un vantaggio legale non indifferente per i Bellentani, spiega Talenti. Un vantaggio che avrebbe anche il suo risvolto in termini economici, visto che si dovrebbero pagare 36 stipendi in meno. L'8 novembre in Provincia si terrà un incontro con il liquidatore Amilcare Di Francesco per capire come le cose si stanno muovendo in questo senso.

Se Feltrinelli è interessata lo deve dire il sindaco – «I dipendenti Edison, al fine di garantire l'attuale livello occupazionale e la continuità culturale sulla piazza fiorentina, mettono a disposizione di Effe.com e Librerie Feltrinelli, la propria competenza professionale per l'apertura di un punto vendita in franchising nei locali di Piazza della Repubblica» Se l'ipotesi Red andasse in porto, la richiesta così formulata il 26 settembre scorso da parte dei dipendenti si vedrebbe di colpo soddisfatta. E loro avrebbero vinto la loro battaglia politica. Nel frattempo Feltrinelli, che è proprietaria dell'immobile dove sta Edison e che ne ha ufficialmente ordinato lo sfratto, ne uscirebbe molto rinforzata a livello di immagine. Il Comune, perché anche il Comune vuole la sua parte, si vedrebbe riconosciuto il ruolo di garante e arbitro imparziale.

Ma i tempi stringono e, aspettando Nichi, il sindaco Renzi «non ha ancora comunicato» ai dipendenti la data dell'incontro da loro richiesto (e da lui comunque promesso) una decina di giorni fa al Mandela Forum. «Più di un sollecito» sarebbe stato fatto al sindaco ma, per il momento, da Palazzo Vecchio tutto tace.  I lavoratori vorrebbero trovare nelle parole del sindaco la conferma di quanto letto sui quotidiani in questi giorni. Altrimenti, con tutta probabilità, preferirebbero anche da parte loro lavorare un mese di più nella “loro” libreria.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »