energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Educatori dei convitti, presidio all’USR Cronaca

Firenze – Non ne possono più, gli educatori dei convitti, rappresentanti di una categoria negletta da sempre. Ed è davanti all’Ufficio scolastico regionale che stamattina stanno svolgendo un presidio per sollecitare anche con azioni di protesta, dopo che non sono riusciti ad ottenere risposte con lettere e solleciti, sul loro futuro. ” Di fronte ad un persistente atteggiamento di silenzi e negligenze da parte dell’USR Toscana e degli AT provinciali, sollecitati più volte per iscritto, vogliamo ribadire con questo presidio la richiesta di trasparenza delle operazioni di conferimento degli incarichi a tempo indeterminato e determinato – si legge nella nota – sia di quelle a carico diretto dell’USR Toscana sia per la parte spettante agli Uffici territoriali da esso coordinati. E’ cronica ormai la mancanza di informazioni a proposito degli educatori e dei precari in genere”. Del resto, ribadiscono i prappresentanti dell’Usb che hanno organizzato il presidio, “Le 46 immissioni in ruolo di educatori, a livello nazionale, previste dal piano di assunzioni per quest’anno scolastico, la dicono lunga sull’interesse istituzionale a superare il precariato storico di questa categoria”.

Le richieste? Eccole: assunzioni immediate per i precari, risanamento delle situazioni pregresse, copertura di tutti i posti vacanti.

Un incontro è avvenuto verso le 11 fra il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Claudio Bacaloni e una rappresentanza dei lavoratori. Il direttore  ha fornito rassicurazioni sul fatto che il loro ruolo e le loro richieste verranno valutate.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »