energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Educazione: cari genitori, gli scapaccioni non servono Società

Parigi –  Scapaccioni e schiaffi “non hanno alcuna virtù educativa” anzi possono generare “stress e avere conseguenze sullo sviluppo dei bambini”. Lo sostiene un opuscolo che il Ministero francese delle Famiglie, dell’infanzia e dei diritti delle donne distribuisce ai genitori d’oltralpe al momento della nascita del loro primo bebè per orientarli sulla retta via genitoriale. In un capitolo intitolato “punizioni corporali”  il “Livret des parents”   sottolinea anche come botte o osservazioni umilianti non insegnano al bambino a smettere di comportarsi male ma anzi rischiano di essere dannose per il loro comportamento futuro.

Nel libretto si ricorda anche che i bebè non piangono per “darvi sui nervi” e che prendersela con un neonato che piange non serve proprio a nulla. Secondo la titolare del ministero Laurence Rossignol è meglio cercare di “educare” i genitori promuovendo pratiche non violente che ricorrere a bandire per legge le sculacciate per legge. Come sta chiedendo alla Francia l’Onu che proprio all’inizio del mese le ha raccomandato di  rispettare maggiormente i diritti dell’infanzia e vietare  le punizioni corporali che “sono una violenza”.  Anche lo scapaccione, anche quello dato in famiglia senza alcuna brutalità e che in Francia viene considerato da molti come “una libertà educativa”.. Una legge, ritiene Laurence Rossignol, potrebbe essere percepita come una violazione del diritto dei genitori e quindi è più efficace lottare contro la violenza “educativa”  con una maggiore sensibilizzazione di chi ha la cura  e responsabilità dell’infanzia.

La raccomandazione del comitato delle Nazioni Unite ha intanto suscitato nel paese un acceso dibattito tra chi considera la sculacciata una benevola arma a volte necessaria per il bene dei figli e chi invece la considera una forma di violenza che fa solo danni.

Foto: crescebene.com

Print Friendly, PDF & Email

Translate »