energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Elettromagnetismo, Comune promette monitoraggio per tutelare cittadini Notizie dalla toscana

Capannori (LU) – Intervento della consigliera comunale, Piera Marchetti, sulla questione dell’impianto di telefonica mobile Telecom a San Leonardo in Treponzio, contestato dai cittadini per i noti effetti dell’inquinamento elettromagnetico sulla salute umana. Marchetti, ricordando il ricorso al Tar presentato dal Comune stesso, precisa che le  proposte alternative presentate dal comitato dei cittadini non sono fattibili e che l’ente locale realizzerà un attento monitoraggio sulle emissioni elettromagnetiche.

“L’amministrazione comunale si è battuta, ed è giusto ricordarlo, contro la localizzazione dell’impianto di telefonia Telecom dietro la farmacia di San Leonardo in Treponzio – afferma la consigliera comunale di ‘Capannori 2020’ Piera Marchetti – presentando ricorso al Tar, ma il ricorso è stato purtroppo respinto. Questo dimostra come sia difficile per un ente pubblico opporsi alle decisioni delle compagnie telefoniche, ma nonostante questo l’amministrazione Menesini vuole fare tutto il possibile per avere voce in capitolo e sta per approvare un piano di telefonia mobile per il 2015 con il quale individua le aree e gli edifici pubblici dove installare le nuove antenne  richieste, perché vuole governare il processo delle nuove installazioni a tutela dei cittadini.

“Tornando a San Leonardo in Treponzio – prosegue Marchetti – è importante precisare che la localizzazione dell’impianto Vodafone al cimitero garantisce valori di emissione elettromagnetica nella norma e che la localizzazione alternativa proposta dal Comitato di San Leonardo lungo il terrapieno della ex linea ferroviaria Lucca Pontedera non è fattibile, perché non garantisce il segnale e l’impianto sarebbe ancora impattante”.

Detto questo resta alto l’impegno del Comune per tutelare i cittadini e a questo fine a partire dal mese di febbraio realizzerà un monitoraggio delle emissioni elettromagnetiche attraverso una centralina mobile che potrà essere posizionata anche in luoghi indicati dai cittadini. E’ inoltre molto importante – conclude la consigliera comunale di maggioranza – educare soprattutto le nuove generazioni, che ne fanno maggiore utilizzo ad un uso corretto del telefono cellulare e l’amministrazione comunale sta predisponendo una campagna di informazione nelle scuole”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »