energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Elezioni a Pistoia, “vademecum” della Diocesi Politica

La diocesi di Pistoia si affida a monsignor Giordano Frosini, noto teologo pistoiese, per lanciare una sorta di “manifesto elettorale” in vista delle prossime elezioni amministrative a primavera che interesserà la città di Pistoia e ben quattro comuni della diocesi. “il territorio del Comune capoluogo – scrive in una nota la diocesi – è nel pieno di una appassionata campagna elettorale,  quella per le primarie nel centrosinistra, preliminare alla campagna che si svolgerà nella imminente primavera per il rinnovo del consiglio comunale e la elezione di un nuovo sindaco”. La diocesi offre attraverso l’opera di Forsini – e altri documenti scaricabili sul sito web della diocesi – “una sorta di vademecum, con idee e suggestioni decisamente concrete, in cui Frosini sintetizza 10 caratteri su cui, specie nei momenti pre-elettorali ma non solo in essi, classe politica ed elettori potrebbero esercitarsi per una riflessione”. La città ideale del teologo Frosini si declina in dieci parole: uomo, solidarietà, sussidiarietà, partecipazione, accoglienza, trasparenza, monte, riconoscenza, ultimi, bambini. E non manca l'undicesima parola, Chiesa,  con un pressante invito, interno, a riorganizzare le strutture pastorali nella città, in primis le parrocchie, per “aiutare la città a ritrovare sé stessa” e per evangelizzarla cioè per “presentarsi alla cittadinanza come vera comunità evangelica, comunità autentica e alternativa che rinnovi la testimonianza bruciante ed eroica delle prime comunità cristiane. Simbolo della città attuale è forse il centro commerciale – scrive Frosini – che semplifica apparentemente i bisogni della gente, ma mortifica e uccide la vita di relazione, l'incontro personale, la comunione e la solidarietà”. L'invito della diocesi è a “cambiare l'interdipendenza incosciente e forzata in interdipendenza cosciente tra amici e fratelli”, operando una “seconda rivoluzione urbana”, più che mai necessaria ai tempi odierni della globalizzazione.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »