energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Elezioni, Biffoni (Pd): “La Toscana non è terra di conquista” Politica

Prato – Nella storica sede del partito democratico in via Carraia a Prato il sindaco Matteo Biffoni e il segretario provinciale Gabriele Bosi hanno tenuto stamane una conferenza stampa sulle  elezioni regionali di domenica prossima.

I punti toccati da Bosi sono stati l’impegno degli iscritti, militanti e simpatizzanti che tanto si sono spesi sul territorio, (mercati, piazze, strade), per raccogliere consensi in un momento elettorale diverso dagli altri. Il loro contributo poi perché fossero  messi  al centro i programmi dei candidati è stato il valore aggiunto in questa tornata elettorale.

Fondamentale inoltre l’apporto sinergico dei sindaci della Regione nel far comprendere ai cittadini  l’importanza di queste elezioni, che per tradizione non destano particolare interesse rispetto a quelle nazionali ed amministrative in cui l’elettorato si sente maggiormente coinvolto. I dati in nostro possesso, ha affermato Bosi, – ci confermano però che non si andrà al ballottaggio perché entrambi i candidati supereranno il 40% e dunque per quanto ci riguarda la competizione è aperta”.

Di voto in sicurezza ha parlato Matteo Biffoni sottolineando il grande sforzo della macchina comunale in collaborazione con la Protezione Civile che darà un aiuto fondamentale in qui plessi scolastici che contano molti seggi. Sei squadre di volontari composte da due persone in orari di maggiore affluenza per consentire l’espletamento del voto nel rispetto delle norme anticovid.

Biffoni ha ricordato l’importanza delle elezioni regionali augurandosi la vittoria del centrosinistra per continuare quel programma di riforme intrapreso anche perché i prossimi mesi per una serie di sfide non saranno semplici. E sulla chiusura elettorale di Eugenio Giani a Prato stasera in piazza Santa Maria delle Carceri che qualcuno ha fatto notare senza i big del partito, come invece accaduto per la Lega, ha detto – la Toscana non è una terra in cui piantare una bandierina o un luogo da conquistare.

Noi vogliamo continuare ad amministrare questa regione affidandoci alla competenza e conoscenza di Eugenio Giani che la conosce benissimo  e che intende assumersi le responsabilità delle scelte. Dalla standing ovation al Politeama di Prato nel mese di febbraio con cui Giani aprì la sua campagna elettorale alla piazza di stasera significa  che egli intende mettere al centro delle politiche regionali questa città. Lo ha detto più volte e così sarà”. I

Print Friendly, PDF & Email

Translate »