energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Emergenze ambientali: nel 2012 lavoro straordinario per Arpat Ambiente

Due le emergenze ambientali che, nel 2012, sono state oggetto di particolari attenzioni da parte di Arpat, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana. il 17 dicembre del 2011 l’Eurocargo Venezia perdeva il suo carico di fusti contenenti materiali tossici a largo dell’isola della Gorgona. Il 13 gennaio, come tutti sanno, la Costa Concordia naufragava di fronte all’isola del Giglio a causa di una sciagurata manovra di “inchino”. Per tenere sotto controllo lo stato di salute del mare toscano, Arpat ha effettuato oltre 12.000 analisi di laboratorio, che hanno impegnato i suoi operatori per circa 8.000 ore. Per quanto riguarda l’emergenza bidoni tossici, Arpat ha pubblicato 7 video su Youtbe, nonché 29 comunicati stampa. Sono state, invece, 618 le ore di lavoro impiegate, per 27.000 euro di spesa. Per quanto concerne l’emergenza della Costa Concordia, invece, la spesa sostenuta da Arpat è stata di 225.000 euro, a fronte di 7.561 ore di lavoro dei propri operatori. I numeri parlano di un impegno costante e complesso, che ha visto la pubblicazione di 14 video su Youtube, nonché di 23 comunicati stampa ed 89 bollettini a partire dal 13 gennaio. In totale i campionamenti finora effettuati da Arpat all’isola del Giglio sono stati in totale 88, con 236 campioni prelevati e 10.000 analisi condotte.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »