energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Emozioni e gol tra Fiorentina e Torino. Rossi show dedicato a Prandelli, Cerci da urlo Sport

Doveva essere la partita di Rossi e così è stato. Pepito si è guadagnato un rigore con Cuadrado, lo ha realizzato ed è uscito, diretto verso la nazionale di Prandelli e possibilmente il Brasile, sommerso dagli applausi di un Franchi gremito anche dai supporter avversari ma gemellati con quelli di casa. In questo match i granata si giocavano un posto in Europa League e fino all’ultimo, soprattutto con Cerci ex ancora discusso a guidare la carica del Toro, non si sono mai arresi riuscendo a rimontare il vantaggio in un finale incandescente dove gli ospiti sprecano anche un rigore ben parato da Rosati. Al vento l’occasione di ottenere i tre punti necessari per l’Europa dove invece approda il Parma mentre i gigliati facevano il giro del campo ringraziando i propri supporter.

Firenze – Finisce con un ex viola disperato dopo aver sprecato il rigore che valeva l’Europa e i compagni del passato a consolarlo. Stesso stato d’animo tra le due tifoserie gemellate con gli ospiti che non possono che mangiarsi le mani per il 2 a 2 finale deciso dallo sbaglio di Cerci con parata di Rosati.  Per Firenze  è comunque una festa, in attesa di quella di domani con la Partita del cuore. Fino in fondo i viola hanno fatto il loro dovere – in notturna al Franchi nell’ultima di campionato – e soprattutto gioiscono per la prova e il gol di Rossi che deve convincere anche Prandelli di portarlo in Brasile. La partita però non è stata bella, è vissuta sugli episodi, come quando al primo minuto Cuadrado e Gonzalo Rodriguez che su fronti opposti sbagliano e salvano il gol. Poi è  Borja Valero ad andare vicino al sigillo e siamo al 6’. Ma è di Rossi la conclusione più pericolosa e applaudita,  Intanto il Milan vince e il Torino rischia di rimanere a casa anche perché la Fiorentina con Vargas va vicino al vantaggio (15’). Le occasioni non mancano perché le squadra sono lunghe, c’è poca pressione, si gioca, dando spettacolo, in uno stadio gremito.  Che rimane senza fiato quando Cerci va giù in area e reclama il rigore. Ma per Rizzoli non c’è niente e piano piano la gara si avvia sul binario di un noioso primo tempo a reti inviolate.
Nella ripresa si fa subito vivo Aquilani dal corner ma sono Rossi e Cuadrado a far la differenza e a guadagnare un rigore che al 56’ Rossi insacca. Ma è l’ex viola pochi minuti dopo a scatenarsi e a fornire a Larrondo la palla giusta per rimettere in pari la partita. Poi il Toro segna ancora con Moretti ma l’arbitro annulla. Il colpo di scena al 79’ quando la palla in contropiede arriva a Rebic, entrato da due minuti, che segna il 2 a 1. Non passano due minuti che arriva il pari di Kurtic. E’ partita vera, non mancano i calcioni e i cartellini gialli. Barreto spreca ma a due minuti dalla fine guadagna un rigore per l’intervento maldestro di Roncaglia che lo stende. Ma dal dischetto è proprio Cerci a sbagliare e consentitre la parata di Rosati e matare il suo Toro. Lacrime di disperazione, ex compagni a consolarlo con il sipario a calare sul giro di campo della fiorentina in onore del grande popolo viola.
Fiorentina- Torino 2-2

Fiorentina: Rosati, Roncaglia, Rodriguez, Hegazi, Pasqual (dal 76’ Rebic), Aquilani, Pizarro, Rossi (dal 62’Joaquin), Vargas, Cuadrado, Borja Valero.
Allenatore: Montella
Torino: Padelli, Maksimovic, Glik, Moretti, Tachtsidis (dal 64’Barreto), Kurtic, Vives, El Kaddouri, Darmian, Cerci, Meggiorini (dal 64’ Tachtsidis)
Allenatore: Ventura
Arbitro: Rizzoli di Bologna
Reti: al 56’ Rossi (rigore), 66’ Larrondo, 79’ Rebic, 84′ Kurtic
Note: Pizarro, Vives, Darmian, Cuadrado, Rodriguez, Vargas

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »