energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Empoli a pancia piena perde in trasferta contro la Lazio: 2-0 Sport

Firenze – L’Empoli perde in trasferta per 2­ a 0 contro la Lazio, dimostrando di essere con la mente già in vacanza. Dopo l’ottima vittoria nel derby con la Fiorentina la squadra di Giampaolo ha stasera giocato una partita anonima senza mai riuscire ad impensierire i capitolini che col nuovo tecnico Inzaghi centrano la seconda vittoria consecutiva.

Ma se da un lato c’è stata una Lazio appparsa davvero in forma e volitiva, dall’altra c’era un Empoli con la pancia piena che non ha neanche provato a reagire dopo i gol. Insomma, una delle peggiori partite di quest’anno per i toscani, orfani di Maccarone e con un Saponara irriconoscibile rispetto al girone di andata durante il quale poteva aspirare ad una chiamata in nazionale.

Spento tutto l’Empoli, si salva solo il portiere, Pelagotti, sostituto di Skorupski, che dopo l’esordio con i viola ha dimostrato di poter stare in serie A, incolpevole su rigore di Candreva e sul raddoppio di Onazi e pronto a deviare un tiro velenosissimo di Keita, scongiurando il terzo gol.

Lazio padrona del campo e che ha messo sotto la squadra di Giampaolo per tutta la partita. Difficile adesso dare motivazione per il finale di campionato, con una salvezza raggiunta e una squadra che pensa già al prossimo anno, in cui il mercato porterà via alcuni gioielli azzurri tra i quali Saponara, Tonelli Mario Rui e Zielinski. E pensare che Giampaolo alla vigilia aveva detto che non mancavano le motivazioni e che la squadra avrebbe dato tutto per fare risultato.

“Oggi siamo stati sottotono sul piano dell’intensità fisica e mentale. La Lazio ha vinto meritatamente, c’è poco da discutere. Solitamente il gap con le grandi squadre lo abbiamo sempre colmato, oggi questo non è successo. E’ una sconfitta che ci disturba – dice Giampaolo –  la prestazione al di sotto è stata collettiva. Probabilmente abbiamo pagato le energie psico­fisiche spese per la gara contro la Fiorentina. Quando il tuo avversario può pensare a suo piacimento, una squadra come la Lazio può evidenziare la differenza di qualità tecnica. Oggi abbiamo corso male. Non ci è mancato il ritmo, ma non siamo riusciti ad accorciare le distanze”.

Sul mancato utilizzo di Maccarone l’allenatore è pragmatico: “Fra due giorni giochiamo di nuovo, non mi sembrava logico per il suo dispendio di energie farlo scendere in campo oggi”.

Prossima gara contro il Verona praticamente già retrocesso e sconfitto questo pomeriggio dal Frosinone, la partita giusta per dare un altro sorriso ai tifosi azzurri.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »