energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Empoli conquista un punto sull’acquitrino di Bergamo Sport

Empoli – Un punto guadagnato. L’Empoli esce dalla trasferta di Bergamo pareggiando 0-0 sotto un acquazzone tropicale contro una buona Atalanta, sfiorando il colpaccio con il palo di Saponara. Una partita tutt’altro che spettacolare causa un campo ai limiti dell’impraticabilità ma che ha visto i padroni di casa giocare meglio e l’Empoli difendersi con il solito ordine e uno Skorupski in serata di grazia che ha salvato il risultato con almeno due miracoli. Il resto della gara è scivolato senza troppi sussulti, con i toscani che a fine partita ottengono un risultato utile per rimanere ancorati al Sassuolo e difendere così l’ottavo posto dalla Lazio. Bene il neo acquisto Ariaudo, arrivato per sostituire Barba volato in Germania, che ha datto solidità alla difesa azzurra orfana ancora di Coda.

Zielinski, uno dei protagonisti di questa stagione straordinaria, analizza a fine gara la prestazione della sua squadra: “L’atmosfera era sicuramente buona, ma il campo non era in ottime condizioni. E’ difficoltoso giocare in cond izioni del genere il nostro calcio  palla a terra. Nel primo tempo non ci siamo riusciti, ma è stato importante non prendere gol. Giocare qua, contro una squadra che voleva vincere, non era assolutamente facile. Alla fine il pari è il risultato giusto, quando nel primo tempo perdevamo il pallone nella loro metà campo abbiamo subìto dei contropiedi molto pericolosi che ci hanno fatto soffrire tanto, ma nella seconda parte siamo cresciuti. In più le altre squadre quando giocano contro di noi si chiudono, sanno ormai che giochiamo bene a centrocampo muovendo la palla. dobbiamo cercare altri schemi e movimenti se vogliamo continuare a vincere e già dalla prossima gara con il Frosinone rivogliamo i tre punti che mancano da troppo”.

Mister Giampaolo è soddisfatto della prestazione dei suoi: “Il campo non era ideale per le nostre caratteristiche, i ragazzi sono stati bravi a calarsi in questo tipo di partita. Ce la siamo giocata bene sul piano agonistico e per quanti prodotto il risultato di parità è quello più giusto. All’inizio loro ci facevano arrivare a centrocampo e poi ci rubavano il pallone. Nel secondo tempo abbiamo messo le cose a posto, ma ci sono delle alternative su cui lavorare per essere meno prevedibili. La squadra sta giocando un campionato straordinario. Tutti adesso hanno il palato molto fine, un pareggio forse forse non va più bene. Bisogna essere razionali, non puoi pensare di venire a Bergamo per vincere per forza. L’importante è giocare ed essere competitivi con umiltà”.

Caratteristiche che all’Empoli di quest’anno non mancano assolutamente.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »