energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Empoli, la ciclovia sull’Arno diventa realtà Notizie dalla toscana

Empoli – Ci vorrà  un anno di tempo per poter percorrere la ciclopista lungo il corso dell’Arno. I lavori partiranno lunedì 26 agosto  con la ditti di Vinci  Scaviter che si è aggiudicata l’appalto.

Il cantiere interesserà inizialmente l’area che va da Serravalle fino alle prime case di Tinaia, passando da Via Guido Rossa, zona Avis.

PERCORSO

La ciclovia correrà fino ai piedi dell’argine del fiume per poi risalire verso le case attraverso una rampa che poi riprenderà via di Tinaia dove sarà creata un apposita Zona 30 fino a rientrare nella campagna che costeggia l’alveo del fiume fino al confine con Montelupo. Il cantiere si sposterà, poi, su Via Alzaia, fino al ponte De Gasperi.  Dieci chilometri che interessano il territorio del Comune di Empoli, dalla frazione di Marcignana a Pagnana, da Avane al centro cittadino, fino alla zona di Serravalle e poi a Tinaia, al confine con Montelupo. 

«Finalmente ci siamo. È uno dei progetti che fin dal mio primo mandato – spiega il sindaco di Empoli Brenda Barnini – abbiamo seguito con passione e tenacia. Fra un anno sarà possibile farsi una pedalata da Marcignana alla Tinaia. Dieci km di territorio del Comune di Empoli uniti da un percorso immerso nella natura per la quasi sua totalità”

Il percorso si inserisce nel progetto più generale  che vede una grande ciclabile che segua il percorso del fiume Arno dalla sua nascita sul monte Falterona fino alla sua foce a Marina di Pisa. Un progetto importante di mobilità alternativa con oltre 400 km di tracciato per un investimento a livello regionale di circa 7 milioni e 200 mila euro.

“Empoli grazie a questa infrastruttura verde – continua il Sindaco Brenda Barnini – sarà proiettata nei circuiti di cicloturismo internazionale e tutta la città potrà goderne. Questa green way cambierà il volto della città e il rapporto dei cittadini con il nostro fiume Arno. Potremo infatti tornare a godere della più grande infrastruttura naturale del nostro territorio. E questo è solo il primo passo per una riqualificazione generale del lungarno empolese. Penso alle persone anziane, alle famiglie, ai giovani che a piedi o in bici ne usufruiranno in totale sicurezza”. 

L’inizio di tutto è la firma dell’accordo con la Regione nel 2015 alla presenza del del sindaco Barnini. Poi nel 2017 a settembre è arrivata l’ufficializzazione della Regione e un finanziamento di 1.650.000 di euro di cui 1.225.000 per il tratto empolese, 425.000 euro Montelupo. 1.450.000 euro sono coperti dal finanziamento regionale, i restanti 200.000 euro (150.000 Empoli e 50.000 Montelupo) dalle due amministrazioni comunali. 

“Penso anche ai tanti appassionati di cicloturismo –  conclude il sindaco Barnini – che saranno attratti da questa pista e che approfitteranno di passare a poche centinaia di metri dal centro storico per fare una visita nelle nostre piazze. Un investimento che supera il milione di euro, in gran parte coperto da un contributo della Regione Toscana per il quale abbiamo lavorato fin dal primo giorno di mandato e che ora diventa realtà. L’ennesimo impegno preso con i cittadini che riusciamo a rispettare”. 

Una particolarità di questo progetto è il tunnel che passerà sotto la strada che porta al ponte di Marcignana.

Nel centro di Empoli la pista ciclabile si ricongiungerà a quelle già presenti dal ponte di Sovigliana, scendono lungo Via Cesare Battisti, quindi passerà dal Parco Mariambini, rotatoria sulla Statale 67 e quindi tornerà in zona Arno attraverso il ponticino sull’Orme riprendendo il percorso già realizzato. Questo consentirà una facile fruizione a chi arriverà alla stazione di Empoli che potrà raggiungere la pista sull’Arno pedalando lungo la ciclabile che da Piazza Don Minzoni arriva al fiume passando da Via Roma e Piazza della Vittoria. 

Un percorso ciclabile che prevede anche l’installazione di una segnaletica verticale e alcune bacheche informative, realizzate in legno, con la planimetria dell’intero tracciato ed i punti importanti di collegamento. Previsto anche arredo in legno per alcune zone di sosta. La pavimentazione superficiale del percorso sarà ottenuta con un’emulsione bituminosa e pietrisco selezionato di colorazione beige posato su tre strati, capace di garantire un piano finito compatto, uniforme e confortevole per chi viaggia in bicicletta.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »