energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Empoli mentalità da grande: Milan ripreso due volte Sport

Empoli – Carattere Empoli. La squadra di Giampaolo pareggia in casa per 2-2 contro il Milan recuperando per due volte lo svantaggio grazie ai gol di Zielinski e del solito capitan Maccarone. Ennesima prova di livello dei toscani che salgono a quota 32 in classifica scavalcando temporaneamente il Sassuolo e mantenendo un solo punto di distacco proprio dai rossoneri.

Una partita non facile contro un Milan in forma, come dimostrato dalla vittoria interna contro la Fiorentina una settimana fa a San Siro. E se la difesa stasera ha un po’ ballato sotto gli attacchi di Bacca e compagni, la squadra di Giampaolo è stata capace come sempre di intessere trame offensive palla a terra mettendo in difficoltà una retroguadia avversaria apparsa sempre in affanno.

Terzo risultato utile consecutivo per gli azzurri in un campionato che li sta vedendo protagonisti inaspettati ma dimostrando ogni partita di meritare di stare lassù. E uno dei protagonisti di questa incredibile cavalcata è proprio l’autore del primo gol, Zielinski: ” Riccardo mi ha dato una grandissima palla, ha detto che ha sentito la mia voce non so come abbia fatto a vedermi. Poi ho pensato solo a buttarla dentro e ci sono riuscito. Il ruolo di mezz’ala mi ha valorizzato anche se devo migliorare ancora. Sto facendo abbastanza bene credo e voglio continuare così. Sento la fiducia del mister, questa è una squadra giovane con grandissima qualità. Voglio dedicare il gol ai miei genitori, la foto sulla maglietta era la loro, e alla mia ragazza“.

Anche Laurini, lo scorso anno chiuso in panchina da Hisaj, analizza entusiasta la gara e l’annata: “Un punto importantissimo, siamo andati sotto due volte riuscendo comunque a riprenderla. Il Milan che abbiamo affrontato questa sera era veramente forte. Adesso giocano un buon calcio nonostante i tanti problemi che hanno avuto. Noi proviamo sempre e comunque a vincere le partite giocandole. Noi siamo l’Empoli, dobbiamo fare il nostro gioco palla a terra che sia il Carpi, la Juve o il Milan. Quando giochi contro grandi squadre pareggiare giocando così ti da comunque soddisfazione. Domenica ci aspetta un’altra grande partita contro il Napoli, dobbiamo continuare a lavorare così“. Qualche rischio però l’Empoli se lo è preso: “Loro erano bravi nell’uno contro uno e attaccare la profondità. Sono i rischi che corriamo giocando con la linea difensiva alta. Abbiamo reagito bene ai due gol subiti, anche se sul secondo siamo stati molto sfortunati“. E sugli obiettivi, Laurini è realista: “Pensiamo ad arrivare a quota 40 punti, che vuol dire salvezza, e poi staremo a vedere”.

Giampaolo si gode la sua creatura, quasi perfetta: “La squadra ha dimostrato anche stasera di giocare e di giocarsela. E’ una nota di orgoglio quella di aver giocato alla pari col Milan, senza speculare sulla gara e sul risultato. Anche io mi interrogo ogni giorno su quali possano essere i tasti da toccare per migliorare ancora questa squadra. Non so se possono essere tecnici, tattici o di personalità. Dobbiamo aggiungere qualcosa a questa squadra, su cosa effettivamente ci penseremo. Ad oggi ci ripaga con tante soddisfazioni. Anche la mentalità è da grande. Contro una squadra in salute come questo Milan. E’ una squadra ritrovata con più convinzione e consapevolezza. Rimontare due volte lo svantaggio non era facile, ma si vede che anche l’Empoli sta bene sul piano fisico e mentale”.
Su Saponara l’allenatore toscano si illumina: ” Basta pensare che Riccardo da un bel po’ di tempo si allena col contagocce. Se si allenasse con più continuità sarebbe in grado di fare cose ancor più straordinarie. Nemmeno io mi aspettavo che tenesse così bene dal punto di vista fisico e mentale. Sfide come queste te le danno, per lu ancora a maggior ragione. Ha bisogno solo di continuità”.
Adesso testa al Napoli del grande ex Sarri, convinti di poter fare risultato anche a Napoli. Quest’Empoli può farlo.
Print Friendly, PDF & Email

Translate »