energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Enrico Rossi a Siena per la Notte dei ricercatori STAMP - Università

Siena – La notte dei ricercatori in Toscana ha preso avvio nell’aula magna storica dell’Università di Siena, dove il rettore Angelo Riccaboni e il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi hanno partecipato, insieme al sindaco Bruno Valentini e al disegnatore Sergio Staino all’incontro dedicato all’importanza della ricerca in Toscana.

Prima dell’illustrazione dei principali progetti di ricerca che vedono protagonista l’Università di Siena, il rettore ha consegnato al presidente una medaglia con l’antico sigillo dell’Università come riconoscimento “all’attore istituzionale che più è stato vicino all’Università senese”.

Il presidente Rossi si è detto commosso del riconoscimento ricevuto e ha parlato delle due facce della medaglia: quelle istituzionale che riconosce l’impegno di chi “ha avuto fiducia nella capacità di ripresa dell’ateneo e nella sua volontà di trovare energia e nuove spinte anche grtazie alla ricerca” e quella personale che è rivolta a me e ai tanti che, partendo da umili origini, hanno avuto la possibilità di studiare e di emanciparsi grazie ai valori rappresentati dalla Costituzione e dalla Repubblica.

“Le istituzioni – ha detto Riccaboni – devono e possono avere fiducia nell’università pubblica, perché solo in questo modo è possibile attrarre competenze e saperi che rappresentano una forza positiva per la crescita e lo sviluppo sociale ed economico. Noi crediamo in una crescita sostenibile ed inclusiva, basata sul valore della conoscenza”. Nel ricordare il percorso di risanamento dell’Università di Siena, compiuto anche grazie al sostegno della Regione Toscana, il rettore dell’Ateneo senese ha sottolineato come questo sia avvenuto preservando la qualità della ricerca e della didattica. “I numeri – ha evidenziato – ci dicono che abbiamo lavorato nella direzione giusta, come certificato dagli ottimi risultati nelle valutazioni e nelle classifiche nazionali e internazionali”.

“Ho molto apprezzato – ha concluso il presidente Rossi – la presentazione dei sei progetti di ricerca che l’ateneo senese sta portando avanti. Mi pare un modo efficace per avvicinare ai risultati di questi studi anche chi, come me, non ha formazione scientifica. Dobbiamo fare lo stesso con tutti i cittadini della Toscana che devono sapere cosa si fa dentro le Università per aver modo di conoscerle e difendere l’inestimabile patrimonio di conoscenza che le anima. E’ per questo che dobbiamo replicare con convinzione iniziative come questa della Notte dei ricercatori”. Il presidente ha ricordato infine come proprio in questi giorni la Regione Toscana ha dato il via, anticipando le risorse dal proprio bilancio, ai bandi destinati proprio alla ricerca che permetteranno alle imprese e agli stessi ricercatori di poter utilizzare fin dal prossimo anno i fondi europei destinati a questo scopo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »