energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Esame di laurea per la difesa viola Sport

E’ stata definita la “difesa dei cannonieri”. Gonzalo, Roncaglia, Savic hanno segnato finora 7 dei 27 gol della Fiorentina ,stabilendo un record straordinario in serie A. In questa singolare classifica si piazza al secondo posto l’Udinese (5 gol segnati da Angella.Danilo e Domizzi) e al terzo il Parma (4 gol realizzati da Rosi,Lucarelli e Zaccardo).Tutte le altre squadre-Juventus compresa- sono lontanissime. E’ chiaro che Montella è fiero di questo primato, come ne sono fieri tutti i protagonisti. A Roma, però, contro uno degli attacchi italiani più prolifici e pericolosi, è prevedibile che la difesa viola sarà chiamata più che altro a svolgere il suo lavoro “tradizionale”: proteggere la rete di Viviano e cercare di mantenere Totti (campionissimo intramontabile), Destro e Osvaldo  il più lontano possibile dall’area di rigore. Sappiamo da una vita come giocano le squadre allenate da Zeman e il tema tattico di Roma-Fiorentina sembra proprio questo. Giallorossi in avanti, viola impegnati nella loro metà campo per sfruttare poi quel contropiede che finora ha dato ottimi risultati.
Sarebbe  limitativo, comunque, affermare che Roncaglia, Gonzalo e Savic non abbiano anche le doti dei difensori “puri”. Anche se recentemente c’è stato qualche scricchiolio (due gol subiti a Torino, altri due al Franchi con la Sampdoria) i numeri parlano a favore della retroguardia viola,con 14 reti al passivo in 15 partite. Soltanto Juventus e Napoli (le prime due in classifica) hanno fatto meglio. Hanno ragione, insomma, coloro che sostengono che tra le mosse più indovinate dai responsabili del calciomercato della Fiorentina vada messa la scelta dei difensori e che Montella abbia confermato la sua abilità di allenatore soprattutto nell’essere riuscito a dare al reparto un’intesa e un volto precisi in pochi mesi. Tutti i giocatori del reparto più arretrato provengono da scuole e società diverse, ma si sono subito calati nella loro parte, come se avessero giocato insieme per anni. Roncaglia è diventato un’idolo per la sua forza fisica che incute timore a qualsiasi avversario, Gonzalo è stato l’autentico regista difensivo, Savic, infine,l a rivelazionedelle ultime partite. Ha 21 anni e gioca con la sicurezza del veterano. Il reparto ha dalla sua anche un’età media piuttosto bassa ( 24 anni Roncaglia, 29 Gonzalo, 21 Savic) e sono notevoli, dunque, i margini di miglioramento.
Quello di Roma sarà l’esame di laurea per i tre difensori, ma non solo per loro. E’ scontato che all’Olimpico occorrerà ritrovare il Viviano degli anni d’oro di Bologna; quel Viviano che finora si è visto solo in qualche  occasione in maglia viola. Ma sarà anche necessario che Pasqual e, soprattutto, Cuadrado vadano in campo con lo spirito di sacrificio indispensabile in una partita di fondamentale importanza per il futuro della squadra viola, tanto più che a proteggere la difesa non ci sarà un giocatore di classe d’esperienza, come Pizarro, rimasto in Cile per il gravissimo lutto che l’ha colpito. Montella non ha fatto ancora sapere chi lo sostituirà, ma tutto lascia prevedere che in questa occasione la scelta dovrebbe cadere su Migliaccio, più abile di Olivera in fase di appoggio al reparto arretrato. La Fiorentina è imbattuta da 9 giornate e l’obiettivo sarà migliorare in tutte le maniere questo invidiabile record che ha lanciato i viola in piena lotta per l’Europa.Nessuno nasconde le difficoltà del compito,ma la fiducia dei tifosi non cala di un millimetro, se è vero che a Roma saranno almeno in duemila. E’ una cifra che comincia da avvicinarsi a quella dei tempi d’oro.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »