energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Esplode palazzina all’Elba, due morti Cronaca

Portoferraio – Esplosa una palazzina in via De Nicola a Portoferraio all’Isola d’Elba. L’allarme è arrivato alle 4,45. Appena arrivati sul posto i soccorritori hanno visto che l’intero edificio era esploso e subito sono iniziate le operazioni di soccorso. Dalle macerie  è stato estratto il corpo senza vita di un uomo di 68 anni S.P. e alcune ore dopo anche quello della donna di 76 anni G.M.

Secondo i vigili del fuoco l’esplosione sarebbe stata causata da un fuga di gas. I due coniugi risiedevano a Livorno ma molto spesso venivano all’Isola d’Elba.

Nella palazzina vivevano altre due famiglie una composta da tre persone, tutte ferite e l’altra sempre da 3 persone miracolosamente uscite tutte illese dal disastro.

L’edificio era situato in una zona residenziale di Portoferraio vicino ai cimiteri.

Sul posto sono intervenute anche squadre da Piombino e Follonica, oltre alle sezioni operative Usar Light dai comandi di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Firenze, Prato e Pistoia e 4 unità cinofile. E ai reparti volo dei nuclei dei Vigili del fuoco di Cecina e Arezzo. 

Intanto giunge la nota della direzione aziendale dell’ASL Toscana nord ovest, che oltre alla propria vicinianza ai famigliari delle persone coinvolte nell’esplosione, ricorda che sul luogo del disastro “sono intervenuti in meno di 5 minuti un’ambulanza medicalizzata e 4 ambulanze senza medico (successivamente anche un’altra ambulanza per presidiare il territorio), con il coinvolgimento di tutte le pubbliche assistenze della zona di Portoferraio.I feriti – continua la nota –  estratti dalle macerie, prima di essere trasferiti in continente sono stati accompagnati al Pronto Soccorso dell’ospedale di Portoferraio, dove sono stati stabilizzati. Gli elicotteri Pegaso partiti da Massa e da Grosseto hanno poi effettuato complessivamente tre viaggi dall’Isola d’Elba per gli ospedali di Pisa (Cisanello) e Livorno”.

Infine, il direttore il direttore generale, Maria Letizia Casani, rivolge i suoi ringraziamenti  sia a “tutti gli operatori del sistema dell’emergenza urgenza, sia al nostro personale che ai volontari delle associazioni di volontariato,  per la tempestività e la competenza con le quali sono intervenuti, collaborando con tutte le forze dell’ordine. La macchina dei soccorsi ha funzionato alla perfezione gestendo al meglio una difficile emergenza, senza trascurare l’attività ordinaria che in questo periodo è particolarmente rilevante, anche in considerazione del fatto che sull’Isola sono presenti molti turisti”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »