energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Estate al Bargello: pezzi d’autore in musica e danza per parlare di noi Spettacoli

Firenze – Musica, teatro, danza: il cortile del Bargello con tutte le suggestioni della sua storia e delle opere d’arte che custodisce ospita dal 20 giugno al 27 luglio l’edizione 2017 di Estate al Bargello, una rassegna che si è conquistata con la qualità e l’originalità un posto di rilievo nel cartellone degli eventi fiorentini dei mesi estivi.

E’ dunque con un certo tono di soddisfazione che i diversi direttori artistici che hanno progettato 21 serate per il pubblico non solo fiorentino hanno presentato il programma, che come ormai è diventata una consuetudine, parte da una pièce teatrale della Compagnia Lombari- Tiezzi basata sul racconto di Edmondo di Amicis “Dagli Appennini alle Ande”. Una scelta, ha detto Sandro Lombardi che ha molto a che vedere con le storie di emigrazione dei nostri giorni. Federico Tiezzi, David Riondino e Lombardi raccontano le vicende di Marco che va a Buenos Aires alla ricerca della madre emigrata “economica” come si direbbe oggi. La parte teatrale è accompagnata dal canto di Francesca Breschi e dalla fisarmonica di Massimo Signorini che rievocano la sonorità dei canti dei migranti e delle milonghe argentine. (20-23 giugno)

Il flusso di immigrati, fenomeno del nostro tempo, e anche il tango si ritrovano nel programma della 28° edizione del Florence Dance Festival dal titolo “Bargello in danza”. Di grande potenza, assicurano i due direttori artistici Marga Nativo e Keith Ferrone, la performance di apertura della Compagnia Zappalà Danza. “Naufragio con spettatore” con musica dal vivo è ispirato dall’omonimo saggio di Hans Blumemberg ed è la prima tappa di Odisseo, un lavoro sull’emigrazione/immigrazione e sul rapporto fra chi accoglie e chi arriva. (27 giugno)

Fra le opere che verranno presentate sul particolare palco del Bargello, “un salotto teatrale dove lo spettatore dialoga con l’artista” come ha detto Ferrone, una è ispirata alla passione folkloristica del flamenco e del tango con le compagnie Flamenco Tango Neapolis e Naturalis Labor. Si tratta di un evento in esclusiva per l’estate fiorentina. (29 giugno)

Da New York due appuntamenti: uno con Molissa Fenley che gli appassionati ricordano per uno straordinario a solo, che presenta un quartetto coreografico studiato per il Bargello (14 luglio); il secondo dedicato a coreografi e danzatori emergenti del progetto didattico/spettacolare Toscana Dance Hub curato da Giada Ferrone, direttrice della compagnia Second Avenue Dance Company della New York University (22 luglio).

Fra gli altri spettacoli, tutti di alto livello internazionale, spicca Bolero del FloDance Corps. Una coreografia di Marga Nativo sulla musica di Ravel: “Bolero è stato il mio sogno di bambina, quando proprio su quella musica immaginai di diventare un ballerina”, ha detto Marga. Fino ad oggi non ha più pensato a quella musica che è anche difficile da danzare. Si tratta dunque di un omaggio a tutti coloro che hanno sognato di far parte del grande mondo dell’arte della danza. (16 luglio)

Terza protagonista dell’Estate al Bargello è l’Orchestra da Camera fiorentina diretta da Giuseppe Lanzetta che il 12 luglio porta sul palco tre solisti degli ottoni di fama internazionale: Frank Lloyd (corno), Otto Sauter (trombino) e Alain Trudel (trombone), il 13 luglio Vivaldi con le Quattro stagioni. Alla musica del cinema è dedicata la serata “Morricone and Friends” il 19 e il 20 luglio.

 

Foto: http://www.teatrodellatoscana.it/estate-al-bargello/

Print Friendly, PDF & Email

Translate »