energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Estate Fiesolana: musica e teatro sugli scalini del Teatro romano Spettacoli

Fiesole – A Fiesole  si torna sugli scalini del Teatro Romano di Fiesole per  assistere alle novità musicali e teatrali, al fresco della collina fiesolana, in questa che sembra già essere una calda estate.

Orchestre Italiane ed internazionali, la nuova produzione di Arca Azzurra,  il primo appuntamento del ciclo letterario con il Teatro Pubblico  Ligure Led una Prima Nazionale con Valeria Solarino  in questa prima settimana dell’edizione 2021 di Estate Fiesolana.

Tutti gli eventi in programma al Teatro Romano saranno a posto numerato e svolti nel rispetto delle disposizioni ministeriali in vigore per garantire la tutela degli spettatori.  La capienza del teatro è stata ridotta rispetto a quella consueta, per osservare la distanza tra le persone; il pubblico sarà assistito dal personale di sala.

Le sedute del teatro non sono dotate di cuscino ma è consentito portarne uno proprio da posizionare al posto assegnato. All’interno dell’area del Teatro è presente un bar aperto fino al termine dello spettacolo, per spuntini e drink.

Per accedere direttamente al teatro evitando file si consiglia l’acquisto dei biglietti in prevendita. Gli spettacoli avranno inizio alle 21,15

lunedì 21 giugno  serata ad invito

FESTA DELLA MUSICA

Scuola di Musica di Fiesole  –   Orchestra Giovanile Italiana

martedì 22 giugno

Arca Azzurra   A DEBITA DISTANZA

dal Decamerone e dai Racconti di Canterbury

libero adattamento di Ugo Chiti – regia: collettivo Arca Azzurra
con Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci

Novelle la cui distanza dal nostro XXI secolo è abissale     , diciamo del ‘300, epoca di grandi, immensi progetti narrativi e costruire uno spettacolo di schermaglie amorose, di racconti di burle, di intrighi e di beffe, dove la distanza debita è data dal rispetto verso l’originale, ma anche dalla volontà d’essere il più vicino possibile al pubblico e parlargli così vicino al cuore, allo spirito, da fargli immaginare che queste storie nascano da lui stesso, a Kilometro zero, che sia la sua memoria quasi a farle scaturire.
Parole, situazioni così vicine da riconoscerle come proprie, nostre, vostre, di chiunque, grazie all’adattamento operato sugli originali da Ugo Chiti e dalla sua stra-collaudata capacità di giocare con il linguaggio dei grandi maestri del passato per farne spettacoli la cui comunicativa immediata è la cifra principale dell’ormai quasi quarantennale lavoro con l’Arca Azzurra

mercoledì 23 giugno

A TRIBUTE TO  MORRICONE

Ensemble Symphony Orchestra

direttore Giacomo Loprieno

Il Buono Il Brutto Ed Il Cattivo, Mission, La Leggenda Del Pianista Sull’oceano, C’era Una Volta Il West, Nuovo Cinema Paradiso, Per Un Pugno Di Dollari, The Hateful Eight, C’era Una Volta In America, Per Qualche Dollaro In Piu’, Malena… Gli straordinari capolavori di uno dei piu’ grandi compositori musicali riarrangiati e proposti in un concerto teatrale di grande impatto emotivo.

Sul palco si alterneranno solisti, prime parti di importanti teatri e istituzioni sinfoniche italiane, come il violoncello del Maestro Ferdinando Vietti e la tromba del Maestro Stefano Benedetti. Ospiti speciali il soprano Anna Delfino, beniamina del pubblico europeo dell’opera, che farà rivivere l’emozione del Deborah’s Theme da “C’era una volta in America” e il violinista del Circle du Soleil Attila Simon, che eseguirà il concerto interrotto per violino da “Canone Inverso”.
Ad accompagnare il pubblico dando voce ai personaggi e alle ambientazioni la bravura dell’attore Matteo Taranto. Diretto dai più importanti registi italiani e stranieri, da Ferzan Ozpeteck ad Alessandro Gassmann da Enrico Oldoini e Sam Mendes.

giovedì  24 giugno

LE DONNE I CAVALLIER L’ARME GLI AMORI

Il Ciclo del Rinascimento nel progetto del  Teatro Pubblico Ligure

TULLIO SOLENGHI

Orlando Furioso

Giovedì 24 Giugno 2021 Orario di inizio 21:15
Teatro Romano di Fiesole

Progetto e regia Sergio Maifredi

Introduce CORRADO BOLOGNA

Tullio Solenghi dà voce al poema di Ludovico Ariosto, un vortice di storie che girano velocissime in una galoppata che porta sulla luna, ma sulla terra sembra rimanere confinata a un bosco dove tutto può accadere. Esattamente come nel salotto di una corte rinascimentale. Amore, follia, travestimenti e magia prendono vita grazie al talento di un attore che ne esalta tutte le sfumature dall’ironia alla tragedia.

Prima dello spettacolo si terrà un Concerto al Tramonto sulla Terrazza del Teatro Romano
Inizio alle ore 19.30 ingresso libero

venerdì 25 giugno in   Prima Nazionale

VALERIA SOLARINO

GERICO INNOCENZA ROSA  regia Luana Rondinelli

Una produzione Teatro Stabile d’Abruzzo e Sava’ Produzioni Creative

Un affetto è un rifugio e in un rifugio ti senti protetto così protetto che non ti vergogni ad essere te stesso e non c’è nemmeno bisogno di parole. Il rifugio per Vincenzo è la nonna. E’ la casa di campagna dove lui trova conforto, finalmente libero, finalmente amato e capito, Vincenzo ci racconta le storie che hanno segnato la sua adolescenza e lo fa sapendo che in quella casa non verrà mai giudicato perché a guardia c’è una donna che non si risparmia, ed è lei stessa ad aprirsi al nipote a condividere i segreti. La signora Innocenza era bella, la signora Innocenza sa cosa significa vivere schiacciando la propria dignità, ma l’amore per il nipote la salva e la salva ogni estate, un’unione che si fa forza, la forza di seguire un percorso fino in fondo, ed essere Vincenzo… ed essere Innocenza…Rosa…come il colore di quel fermaglio che la nonna gli metteva.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »