energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

EuroFirenze: cinque ori e due argenti per la Canottieri agli Europei Junior di canottaggio Sport

E’ il caso dei Campionati Europei Junior, svoltisi nel weekend appena trascorso a Bled, in Slovenia, e dove in maglia azzurra i talenti della Società Canottieri “Firenze” hanno recitato la parte del leone. Ben sei i biancorossi impegnati nella rassegna continentale, e l’impronta fiorentina sui risultati conseguiti dalla Nazionale è ben impressa: in cinque infatti sono riusciti nell’impresa di mettersi al collo l’oro europeo, mentre una ha agguantato la medaglia d’argento. Per due di essi si è trattato di un bel bis del 2011: Beatrice Arcangiolini sul quattro senza femminile e Pietro Zileri (primo da sinistra nella foto durante l'inno di Mameli) sull’otto hanno bissato il successo della passata stagione, colto a Kruszwica, in Polonia, sulle medesime imbarcazioni. Due gare sul filo quelle che hanno portato al titolo europeo prima Beatrice e poi Pietro, entrambe combattutissime fino a metà gara per quanto riguarda le prime due posizioni. Il quattro senza femminile, transitato terzo ai 500 metri dietro Polonia e Ucraina, ha presto sopravanzato le ucraine ingaggiando un bel testa a testa contro le polacche, mentre la Repubblica Ceca grazie ad un improvvisa fiammata transitava prima a metà gara, salvo poi spengersi subito. Ai 1500 metri Arcangiolini e compagne sferrano l’attacco decisivo, e alla fine l’Italia è oro per due secondi sulla Polonia e quattro sull’Ucraina. L’otto di Pietro, e con a bordo un altro portacolori biancorosso, Jacopo Mancini, ha battagliato fino a un terzo di gara con Romania e Bielorussia, transitando in seconda posizione a metà gara per appena quattro decimi; in 500 metri però Pietro e Jacopo trascinano i propri compagni fino a dare ben due secondi nei terzi 500 metri ai rumeni, mentre i bielorussi erano sempre più distanti. Alla fine Jacopo e Pietro sollevano le braccia al cielo e l’oro europeo finisce al collo con quasi cinque secondi sulla Romania e otto sulla Bielorussia. Gli altri due allori europei per la “Firenze” sono arrivati dal quattro senza con a bordo Stefano Oppo, alla corte di Luigi De Lucia da pochi mesi dopo essere nato e cresciuto al Circolo Nautico Oristano, e Lorenzo Pietra Caprina. L’imbarcazione di Oppo e Pietra Caprina è stata bravissima a non scoraggiarsi dalla partenza sprint di Romania e Austria, tenuto a occhio e riprese a 700 metri dal traguardo. Da lì in poi è stata una cavalcata quella del quattro senza azzurro, campione d’Europa con oltre tre secondi e mezzo sulla Romania e cinque sulla Slovenia. Per Pietra Caprina si tratta del primo titolo europeo, mentre Oppo fu campione già l’anno scorso sull’otto, vogando però con l’Oristano. La felicissima esperienza continentale dei fiorentini si chiude con l’argento sull’otto femminile di Sofia Ferrara, accompagnata in questa avventura anche da Arcangiolini, che all’Europeo ha dunque disputato ben due gare. Troppo forte per l’ammiraglia rosa l’otto della Romania, che ai 500 metri aveva già quattro secondi di margine su tutte, ma l’Italia di Sofia e Beatrice non è mai scesa dal podio virtuale, mangiando prima l’arrembante Russia e resistendo infine agli attacchi della Bielorussia. Sul traguardo l’imprendibile Romania ha oltre nove seconde sulle azzurre, che a loro volta però strappano l’argento tenendo a debita distanza, oltre tre secondi, la Bielorussia. Cinque ori e due argenti con sei atleti è un risultato più che lusinghiero per i giovani fiorentini del remo, che a scanso di sorprese con l’Europeo di Bled non hanno fatto altro che gettare le basi per disputare un signor Mondiale: la rassegna iridata Junior è infatti in programma dal 15 al 19 agosto a Plovdiv, in Bulgaria. Non solo di ori europei Junior è stato caratterizzato l’ultimo weekend del club remiero del Ponte Vecchio, impegnato sabato 9 e domenica 10 giugno a San Miniato nel Meeting Nazionale Allievi & Cadetti e Master. Tanti i risultati che fanno ben sperare la sezione giovanile della “Firenze” in vista del Festival dei Giovani, in programma tra meno di un mese a Corgeno, come l’oro dei gemelli Edoardo e Tommaso Bellisario, Niccolò Maggioni e Giulio Seccafieno nel quattro senza Cadetti, di Chiara Arcangiolini nel 7.20 Allievi C femminile, dei gemelli Bellisario, Maggioni e Edoardo Merenda nel quattro di coppia Cadetti, oltre a due argenti e quattro bronzi. Gloria anche per i Master: è vittoria sia per il quattro di coppia di Leonardo Magnatta, Simone Santi, Giorgio Bani e Saverio Iotti che per il doppio di Massimo Mazzetti e Alberto Menini. Una medaglia anche per i fiorentini impegnati nelle gare delle selezioni regionali per il Trofeo delle Regioni: l’otto toscano con a bordo i gemelli Bellisario, Maggioni, Seccafieno ed il timoniere Niccolò Mancusi, è argento dietro al Lazio e davanti alla Lombardia.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »