energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Europa League: partita buttata, ma viola primi nel girone Sport

Firenze – Una Fiorentina che perde l’imbattibilità con una prova poco convincente. La squadra di Montella, subisce due reti dalla Dinamo Minsk, ultima nel girone, e solo nel finale prova a rimediare con il gol di Marin. La qualificazione e il primato, comunque, erano già al sicuro.

La squadra di Vincenzo Montella davanti a circa 13000 tifosi saluta la fase a gironi per proiettarsi al sorteggio di lunedi a Nyon. Una formazione totalmente rimaneggiata in vista del match di domenica prossima a Cesena. La Fiorentina ha raggiunto con un turno di anticipo il primato nel girone K dell’Europa League, qualificandosi per il secondo anno ai sedicesimi di finale della suddetta competizione. Dalle sfide delle 19 si sono aggiunte sei squadre alla roulette di Nyon che lunedi decreterà la sfidante dei viola al prossimo turno. Ovvero tutte le seconde qualificate dal girone A al girone F, ovvero: Villareal, Psv, Besiktas, Totthenam, Celtic, Dnipro, Siviglia,Wolfsburg, Young Boys, Aalborg, Trabzonspor. Dalla Champions League: Liverpool, Anderlecht, Ajax.

Una partita che ha avuto il sapore dell’amichevole, purtroppo pero’ non per i tifosi avversari. Prima della partita brutti incidenti tra i cinquanta tifosi del Dinamo e le forze dell’ordine aggredite attorno alle 19,30 tra viale Lavagnini e via Santa Caterina d’Alessandria a Firenze gettando contro gli agenti alcune bottiglie, monete e perfino dei fumogeni. Secondo quanto ricostruito dalla polizia i tifosi si sono rifiutati di salire sul pullman che li avrebbe dovuti portare allo stadio Artemio Franchi per assistere alla partita di Europa League contro la Fiorentina. I tifosi volevano infatti andare a piedi fino all’impianto di Campo di Marte ma la polizia ha negato loro il permesso. A quel punto è iniziata l’aggressione: la polizia e i carabinieri hanno dovuto rispondere con delle cariche di alleggerimento. Momenti di estrema tensione che sono durati fino a quando la polizia non è riuscita a circondare il gruppo.

Una partita vivace quelka di questa sera, con occasioni da entrambe le parti: bielorussi pericolosi all’11’ con una conclusione di Stasevich sventata da Richards e al 21′ con un colpo di testa di Adamovic salvato sulla linea di porta da Gonzalo. Fiorentina vicina al gol invece con tiro dalla distanza ravvicinata di Gomez ben parato da Gutor al 15′ e al 35′ con una palla gol clamorosa dal debuttante Minelli (classe 1997), entrato dopo 20 minuti di gioco per sosituire l’infortunato Cuadrado, zoppicante, per un evidente risentimento al gluteo dopo i problemi accusati con la Juventus. La rete che decide momentaneamente l’incontro è arrivata in chiusura di tempo, al 39′, quando Kontsevoi, lasciato colpevolmente solo in area, ha controllato indisturbato il pallone per poi battere Tatarusanu in semirovesciata. Il secondo cambio per la Fiorentina vede l’uscente Mario Gomez, preservato in vista della trasferta di Cesena, sostituito con Josip Ilicic, accolto in campo dai fischi.

A pochi minuti dall’inzio della ripresa la Dinamo Minsk va ancora in gol, la difesa della Fiorentina si rende ancora colpevole anche in questo frangente. Nikolic segna il gol dopo un cross di Adamovic, la retroguardia viola rimane immobile e la squadra gigliata è clamorosamente sotto 2-0. Nella ripresa con gli ingressi in campo di Ilicic e di Pizarro la Fiorentina è riuscita a chiudere la squadra avversaria nella propria metà campo, ma nel momento migliore i bielorussi hanno accorciato.Tra le fila viola, il più pericoloso è stato invece il debuttante Simone Minelli, sfortunato sotto porta in almeno due occasioni, ma bravo a fornire a Marin, secondo gol in maglia viola, l’assist per l’1-2 all’87’. La Dinamo Minsk espugna il Franchi, superando per 2-1 la compagine di Montella con il primo successo nel gruppo K. Prestazione assai deludente per la Fiorentina,  poco lucida e grintosa per lunghi tratti della partita. La qualificazione già conquistata come capolista del Gruppo K avrà sicuramente influito sulla prova fornita da Vargas e compagni, ma la sfida di campionato e’ vicina, domenica pomeriggio si torna in campo contro il Cesena ed i tre punti stavolta non possono mancare.

 

Le Formazioni:

Fiorentina: Tatarusanu; Richards, Tomovic, Gonzalo; Cuadrado, Kurtic, Badelj, Lazzari, Vargas; Marin, Gomez.

Dinamo Minsk: Gutor; Molosh, Politevich, Veretilo, Kontsevoi, Voronok, Simovic, Nikolic, Stasevic, Adamovic, Dja Djedje.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »