energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Europa, Timmermanns: sostegni a tramvia e mobilità sostenibile Politica

Firenze – Se diventerà presidente della Commissione europea il candidato dei Socialisti europei Frans Timmermanns “prenderà direttamente in carico le politiche contro il cambiamento climatico e a favore della sostenibilità e darà ai suoi commissari obiettivi precisi per attuarle nel periodo 2020 – 2030”. E, seconda promessa, si adopererà perché sia imposta una tassa minima comune del 18% “alle aziende che fanno in Europa cifre da miliardi e non pagano nulla, perché questo è inaccettabile dal punto di vista sociale”.

A Firenze per partecipare al confronto fra gli Spitzenkandidaten, i candidati di punta dei partiti europei, nell’ambito della manifestazione “The State of the Union” in corso di svolgimento all’Istituto Universitario Europeo e a Palazzo Vecchio, Timmermanns ha partecipato insieme al sindaco Dario Nardella, impegnato nella campagna per la sua rielezione e a Matteo Renzi nella veste inedita di moderatore a un incontro presso il Teatro del Sale. Presenti anche i due candidati del Pd per la circoscrizione Italia Centro Nicola Danti e Simona Bonafè.

Lotta al cambiamento climatico e le politiche per la tutela dell’ambiente sono state le priorità espresse dai candidati democratici. Nardella ha puntato sui punti principali del suo programma: concludere la rete delle tramvie e dunque portare avanti interventi per la mobilità sostenibile che – ha detto – ridurrà da 200mila a 100mila il numero delle auto che ogni giorno raggiunge la città e abbatterà le emissioni del 30%. Firenze inoltre sarà la prima ad attuare la direttiva comunitaria contro la plastica monouso.

Nardella si augura anche di mettere la prima pietra della nuova pista dell’aeroporto perché una città moderna ha bisogno di infrastrutture moderne e si è scagliato contro il governo che, per bocca del ministro della Giustizia, ha dichiarata superflua la stazione Foster dell’alta velocità, prospettando una sua uscita dall’elenco dei cantieri che dovranno essere sbloccati: “Il sotto-attraversamento di Firenze è già costato 700 milioni ed è a metà della sua realizzazione – ha detto – Non si interrompono le opere cominciate. L’alta velocità libererà binari in superficie che serviranno per creare una metropolitana leggera sul modello di tante città europee “.

L’Europa ha contribuito per 80 milioni alla realizzazione della rete tranviaria. Altri 80 serviranno per la linea 3 e la linea 4. Timmermanns gli ha promesso che, se diventerà presidente della Commissione di Bruxelles starà direttamente in dialogo con la città per sostenerla in progetti diretti alla mobilità sostenibile, così come lavorerà perché siano dati contributi europei fino al 30% per l’edilizia accessibile ai giovani e agli anziani.

“Le parole del candidato socialista – ha detto ancora Nardella, sottolineando che Firenze è numero uno in Italia per capacità di utilizzazione dei fondi europei  – ci avvicinano all’idea degli Stati Uniti d’Europa dove i cittadini decidono direttamente sulla scelta dei vertici. E’ giusto che venga dire che cosa farà. L’Europa non è un’entità lontana dalla vita delle città”.

Da parte sua Renzi ha invitato tutti a sostenere il Pd, i suoi candidati e le sue strategie: “Non faremo, come hanno fatto gli altri, giochini sul voto per vendette o rivalse”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »