energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Europacinema: a Viareggio il festival diventa low-cost Cinema

Ettore Scola, Sergio Castellitto e Peter Greenaway saranno tra gli ospiti della 30esima edizione di Europacinema, il festival internazionale di cinema, curato dal regista Daniele de Plano, che si terrà a Viareggio dal 21 al 24 novembre in varie location della città. Il festival sarà un omaggio alla manifestazione cinematografica che ha portato i grandi nomi della scena internazionale a Viareggio, ha intercettato negli anni attori e registi emergenti e maestri del cinema. La manifestazione è stata una vetrina mondiale per la cinematografia europea e per autori che hanno trovato in Europacinema lo spazio non solo per mostrare i propri film ma anche per incontrare il vivo ambiente del tessuto universitario italiano. L’edizione numero trenta ripercorre i lustri e guarda alla contemporaneità del cinema europeo in Italia per costruire il futuro del festival.
Saranno presentati in programma 62 film: 30 in “The Best Of”, la selezione dei film delle edizioni dal 1984 al 2012; 31 film di Mario Monicelli, tra le più complete retrospettive mai presentate e, tra gli eventi speciali, la prima nazionale del film “3X3D” di Peter Greenaway, Jean-Luc Godard e Edgar Pêra (presentato all'ultimo Festival di Cannes) alla presenza del regista inglese. In programma anche quattro mostre: la personale del pittore Valente Taddei, autore del manifesto di Europacinema; l’esposizione dei costumi del film “L’Armata Brancaleone” di Mario Monicelli; “The Best of” con 60 gigantografie di Sergio Fortuna, esposte lungo tutta la “Passeggiata” di Viareggio e la mostra “I disegni di Federico Fellini”, un omaggio al grande regista a vent'anni dalla sua scomparsa. Ci saranno molti eventi collaterali tra cui presentazioni di libri e incontri con gli autori. Ma la grande novità di questa edizione è il prezzo: solo un euro a proiezione. Una decisione fortemente voluta dal curatore per poter spingere il pubblico a frequentare in massa la rassegna anche in tempi economicamente difficoltosi. Le proiezioni si svolgeranno al Centro Congressi Principe di Piemonte, al Cinema Politeama e al cinema Odeon.

La 30esima edizione sarà inaugurata da Ettore Scola al Cinema Politeama (Viale Regina Margherita). Nell’occasione il regista riceverà la cittadinanza onoraria della città di Viareggio da parte del sindaco Leonardo Betti. Alle ore 21 si terrà il concerto dell’orchestra del Festival Pucciniano dedicato alle musiche dei film di Federico Fellini e diretta dal maestro Luigi Nicolini. A seguire, alle 22, sarà proiettato il suo ultimo film “Che strano chiamarsi Federico” in cui racconta Fellini in un viaggio tra scene scritte e ricostruite a Cinecittà con materiali di repertorio, scelti dagli archivi delle Teche. Tra gli ospiti dell’inaugurazione anche Felice Laudadio, che fu ideatore del festival insieme a Federico Fellini, e direttore dello stesso fino al 2009. “Sarà un piacere tornare a Europacinema – ha detto il maestro Scola, in occasione del riconoscimento – per l’antico e proficuo rapporto che mi lega a questa manifestazione e alla città di Viareggio fin dai tempi della direzione di Laudadio”.

Tante invece le pellicole presenti nella sezione “The Best of” che vuole proporre una pellicola per ogni anno del Festival, selezionata da quelle in concorso ma anche dalle retrospettive dello stesso anno. Ci saranno quindi film come; “Non ci resta che piangere” di Roberto Benigni (1985); “La sorgente del fiume” di Theo Anghelopulous (1987); “Le avventure del barone di Munchausen” di Terry Gilliam (1988); “Le ali del successo” di Otkar Votocek (1989); “Monsieur Hire” di Patrice Leoconte (1990); “Waterland” di Stephen Gyllenhaal (1992); “Morte di un matematico” di Mario Martone (1993); “4 matrimoni e un funerale” di Mike Newell (1994); “Venuto al mondo” (2012) di Sergio Castellitto, che sarà presente sabato 23.

Tra gli eventi speciali la prima nazionale del film “3X3D” di Peter Greenaway, Jean-Luc Godard e Edgar Pêra (presentato all'ultimo Festival di Cannes). Sarà presente il regista inglese Greenaway. Il film è composto da tre diversi cortometraggi, centrati sulla millenaria città di Guimaraes, esplorano il 3D, la sua evoluzione nel mondo del cinema e il modo in cui influisce sul pubblico e ne modifica la percezione. The Three Disasters di Jean-Luc Godard è dedicato alla memoria storica della stereoscopia; in Just in Time One di Peter Greenaway lo spazio è attraversato da vari strati di tempo, compilando 900 anni di storia; Cinesapiens di Edgar Pêra è infine una breve storia dello spettatore cinematografico, a partire dalla genesi della settima arte.

A chiudere la 30esima edizione sarà un evento speciale che vuole essere un affaccio verso il futuro: la proiezione di “Zoran, il mio nipote scemo” di Matteo Oleotto (2013), brillante commedia con Giuseppe Battiston. Sarà l’occasione da parte del direttore Daniele De Plano di presentare il nuovo corso di Europacinema che dal prossimo anno sarà dedicato esclusivamente alla commedia d’autore.  

Print Friendly, PDF & Email

Translate »