energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ex-discarica “La Caldaie” è allarme rosso per il percolato Ambiente

Per ora è solo un'ipotesi, ma un'ipotesi che mette i brividi. Ed è precisamente questa: che il percolato dell' ex discarica "Le Caldaie" a Viareggio, sia finito nei fossati adiacenti il sito, nei canali, nel lago di Massaciuccoli e perfino nelle caditoie collegate alla rete delle fognature bianche.

Il tema è stato oggetto di un'interropgazione rivolta dal consigliere regionale Marina Staccioli (Gruppo Misto) all'assessore all'ambiente Bramerini. L’ex discarica “Le Carbonaie”, vecchia di oltre 40 anni, è inserita nel piano di bonifica delle aree inquinate. Il progetto di bonifica consiste nel spostare il lotto di rifiuti più vecchio in quello più recente con le tre vasche di contenimento, ciò serve a mettere i rifiuti in sicurezza e ad evitare l’inquinamento. Quest’ultimo sembra essere già in corso a causa del percolato e dello sprofondamento dei rifiuti stessi che si troverebbero nella falda freatica, nei fossi adiacenti e addirittura nel Lago di Massaciuccoli attraverso i canali.

“Nei  giorni scorsi – precisa Staccioli – sembra essere emersa la possibilità che il percolato e le acque di bonifica confluissero nella rete fognaria, proveniente da Torre del Lago, per arrivare al depuratore di Viareggio, gestito da Gaia S.p.a, ed essere lavorato”.

“Il percolato da discarica è un rifiuto speciale – ricorda – e come tale deve essere trattato in impianti idonei allo smaltimento, il depuratore di Viareggio è quindi a norma per lo smaltimento del percolato?”.

E sulla salute precaria del lago di Massaciuccoli, in forte crisi da ormai svariati anni, il consigliere regionale aggiunge: "“Il lago di Massaciuccoli sta morendo avvelenato pian piano,- conclude Staccioli – in seguito a 40 anni di inquinamento, di infiltrazioni di solfati, nitrati e altri metalli pesanti, a cui si sono  aggiunti in passato anche i prodotti fitosanitari usati dalle serre e dalle coltivazioni… Ma la Regione e l’Ente Parco che cosa stanno facendo? Vogliono fare il funerale al Lago?”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »