energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Expo 2015: inaugurazione con Papa Francesco (in video) Cronaca

Firenze – “L’Italia s’è desta e siam pronti alla vita …”. E’ l’inno nazionale in versione Expo quello che inaugura ufficialmente la kermesse di Milano. Lo intona il coro al momento dell’alzabandiera, lo riprende il presidente del Consiglio dei ministri. Che poi invita a scoprire l’Italia dell’Expo. Intanto le frecce tricolori rombano in cielo.

Si alza così il sipario sull’esposizione universale che animerà il capoluogo lombardo da maggio fino alla fine di ottobre. Poco prima Papa Francesco aveva ricordato in collegamento video quello che deve essere il vero significato di una manifestazione intitolata “Nutrire il pianeta, energia per la vita“. Suo l’intervento che riscuote l’applauso in piedi. “Questa – scandisce – è l’occasione per globalizzare la solidarietà: non sprechiamola”. “La grande sfida del secolo è che non deve mancare il pane per l’umanità – spiega -. Invece una moltitudine di bambini muoiono di fame nel mondo”. Sono “i volti degli uomini e delle donne che anche oggi non mangiano in modo degno” il filo conduttore, avverte il Papa, che ognuno dei visitatori di Expo deve portare con sé “per uno sviluppo che sia davvero equo e sostenibile”.

Subito dopo l’inaugurazione partono le visite. Lo stand della Toscana è proprio vicino al padiglione Italia, nel cuore di Expo, e fra i tanti visitatori attratti c’è Vittorio Sgarbi, il noto critico d’arte che ha apprezzato l’allestimento soffermandosi sulle presentazioni e gli allestimenti. “La Toscana – ha detto – ha tutto: arte, cultura, odori, sapori… Quella di presentare tutto questo in un percorso sensoriale è un’idea ottima. Fino ad un secolo fa la Toscana era tutta l’Italia”.

La Toscana “Laboratorio del buon vivere” protagonista nel primo mese dell’Expo a Milano è pronta anche ad accogliere i visitatori sul territorio toscano con proposte strutturate per i diversi target di visitatori: turisti, uomini d’affari, buyers e rappresentati istituzionali delle delegazioni in visita ad Expo. Per questo sono stati elaborati 10 percorsi turistici tematici e 8 itinerari business che attraversano tutto il territorio regionale, con l’obiettivo di integrare e valorizzare il tessuto imprenditoriale correlato alle eccellenze locali, evidenziarne i luoghi di interesse artistico-culturale, e definire un calendario di eventi e iniziative che durante Expo aiutino il visitatore a vivere in pieno l’esperienza del “buon vivere toscano”.

Tutte le informazioni sono disponibili su www.expotuscany.com e su www.regione.toscana.it/expo, raggiungibili tramite le app per conoscere il calendario degli eventi.  Per le imprese è disponibile un catalogo online www.businessintuscany.com. Con l’hashtag #buonvivere.lab sono stati realizzati sul territorio toscano un gran numero di convegni di livello internazionale e di iniziative di approfondimento riconducibili alle tematiche di expo, sulle questioni che riguardano la qualità della vita, l’economia della felicità, l’alimentazione e la ricerca, in modo da rendere la Toscana un punto di riferimento globale per la sperimentazione del buon vivere, l’umanizzazione della società e dell’economia.

Una rete internazionale di ricercatori sullo sviluppo sostenibile
Complessivamente un’offerta che saprà presentare la Toscana in tutte le sue sfaccettature, ma anche con l’obiettivo di gettare le basi di una rete internazionale di giovani ricercatori impegnati sui temi, cari alla Toscana, dello sviluppo sostenibile, della biodiversità, del benessere lavorativo e dei rapporti sociali.

In occasione di Expo la Regione Toscana ha raccolto dal mondo delle imprese agroalimentari, ma anche dalla scuola, dal mondo della ricerca, del volontariato, e dal sistema degli Enti Locali, le migliori “idee innovative” e “buone pratiche” , coerenti con gli obiettivi dell’esposizione universale “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. In seguito alla prima “call for ideas” sono arrivate oltre 180 proposte e fra di esse una apposita commissione ha selezionato le 10 idee innovative migliori e le 10 migliori buone pratiche. A queste si aggiungono 32 progetti relativi alla “Nutraceutica”, ovvero l’utilizzo di prodotti agroalimentari sotto il profilo della loro valenza salutistica oltre che nutrizionale, che hanno visto protagoniste le Università e i Centri di ricerca della Toscana in joint venture con il mondo imprenditoriale.

Altri 31 sono invece i progetti e le buone pratiche realizzati dal sistema degli Enti Locali della Toscana, anch’essi caratterizzati dall’innovazione e dalla sostenibilità, oltre che dalla valorizzazione dei prodotti agroalimentari del territorio. Tutto questo sarà presentato dalla Toscana ad Expo, per mostrare come gli imprenditori, i giovani, le donne, ma anche la scuola, la ricerca, il mondo del volontariato, continuano a dimostrare la loro creatività, l’entusiasmo e la voglia di voglia di investire e di mettersi in gioco. La Toscana, con il suo grande passato, si dimostra sempre protagonista e continua a impegnarsi e scommettere sul futuro: “Sono secoli che viviamo nel futuro”, come recita appunto lo slogan scelto per Milano.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »