energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Expo, nascono le fattorie sportive certificate Fidal Cronaca

Roma – La confederazione italiana degli agricoltori (Cia) porta in Expo il benessere rurale. Le Fattorie certificate dalla Federazione italiana di atletica leggera (Fidal), con l’olimpionica Gabriela Dorio come testimonial, consentono di allenarsi o di tenersi in forma. Si va dalla corsa alle arti marziali. E sul sito internet si possono confrontare le prestazioni

In campagna per coltivare il benessere e l’ambiente rurale diventa la migliore palestra dove tenersi in forma. Tutto questo grazie alle Fattorie sportive, un progetto firmato dalla Cia e certificato dalla Fidal (la Federazione italiana di atletica leggera). Il progetto è stato presentato oggi -testimonial d’eccezione la campionessa olimpica Gabriela Dorio- nel corso della prima giornata di Cia in Expo dal titolo “Giovani: il vivaio da coltivare per far crescere le imprese”. E la ragione c’è. Sono infatti le imprese agricole condotte da giovani agricoltori le più sensibili alla tematica del benessere che nasce dalla campagna.

Le Fattorie sportive sono quelle aziende agricole che -sotto l’egida di Turismo Verde, l’associazione della Cia che si occupa appunto dell’ambiente rurale come luogo dove coltivare il benessere, la salute, la buona cucina, la vacanza intesa come momento di conoscenza, esperienza e rigenerazione- aderiscono al protocollo di certificazione messo a punto da Fidal. Attraverso la rete delle Fattorie sportive, che hanno allestito “percorsi intelligenti” o “percorsi salute” realizzati in agriturismi con la collaborazione di Fidal Servizi, si vuole divulgare il sistema di valori del mondo rurale e del mondo dello sport.

Ma cosa si può fare in una Fattoria sportiva? Oltre a mangiare bene, vivere l’ambiente rurale, passare una vacanza a contatto con la natura l’appassionato o l’atleta può divertirsi, allenarsi, avendo la certezza del rilevamento dei tempi di passaggio. Al termine della corsa potranno essere prodotti automaticamente i tempi realizzati e consegnati in varie modalità. Volendo si può creare un ranking di ogni impresa agricola dove gli ospiti (sportivi e non), dopo ogni prova, possono individuare in quale posizione si colloca la loro prestazione. Non solo, attraverso il sito internet appositamente realizzato si potrà creare una community virtuale per condividere esperienze, sensazioni, conoscenze, emozioni.

Il modulo “percorsi salute” prevede la progettazione di stazioni di lavoro, con esercitazioni di facile esecuzione che ben si sposano con il camminare o la corsa, da inserire all’interno del circuito della Fattoria Sportiva. Un esempio è quella della Fattoria Mastrangelo (Bernalda- MT) dove è stato dato largo spazio alle pratiche sportive orientali, alle arti marziali e alle pratiche di meditazione all’aperto. Un altro esempio sono i percorsi che si stanno progettando in molte masserie pugliesi e in particolare nella provincia di Lecce. Da notare che Il marchio “Fattoria Sportiva” rilasciato da Fidal rappresenta la formalizzazione di un progetto ambizioso di alto valore sociale e sportivo: ovvero dotare le strutture agrituristiche di Turismo Verde-Cia di un articolato pacchetto di servizi per elevare l’agriturismo a un luogo dove si valorizza il ruolo multifunzionale dell’azienda. Un altro modo per rendere l’agricoltura centrale nello sviluppo

Print Friendly, PDF & Email

Translate »